L'Imoco Volley, fresca di scudetto-bis, parte questa mattina per Berlino per la preparazione alla prima, storica, Superfinal di Cev Champions League in una sfida tutta italiana contro l’eterna rivale dell’Igor Gorgonzola Novara. E’ la prima volta che il titolo europeo viene assegnato in una finale secca, dopo il "format" della Final Four.

La grande novità è che alla Max Schmeling Halle di Berlino si giocherà sabato alle 16 la Finale femminile tutta italiana tra Conegliano e Novara e a seguire alle 19.30 la Finale maschile con i neo campioni d’Italia della Lube Civitanova che affronteranno i russi del Kazan. A seguire le premiazioni individuali e di squadra delle due massime competizioni continentali. Tutti esauriti per l’evento i 9.000 posti del palasport berlinese.

Ci sarà una grande "macchia" gialloblù alla Max Schmeling Halle di Berlino, con più di 500 tra tifosi, appassionati e sponsor delle Pantere che parteciperanno al grande evento della Superfinal. L’Imoco Volley per la terza stagione consecutiva sale sul podio della Cev Champions League dopo il secondo posto del 2017 e il terzo del 2018. E’ la seconda finalissima in tre anni: la prima finale fu nel 2017 al Palaverde con vittoria del Vakifbank Istanbul per 3-0. Lo scorso anno, ancora con il Vakif, le Pantere si fermarono alla semifinale a Bucarest, sconfitte solo al tie break.

In questa stagione Imoco Volley e Igor Novara si sono sfidate nell’atto finale di tutte le competizioni: in Supercoppa al Palaverde ha vinto l’Imoco 3-1, in Coppa Italia a Verona ha vinto Novara 3-2, nella recente finale scudetto l’Imoco ha vinto 3 partite a 0. In totale nella stagione già 7 sfide tra venete e piemontesi con 5 vittorie gialloblù e 2 dell’Igor. In totale 27 scontri diretti nella storia con 17 vittorie di Conegliano e 10 di Novara.

Due giocatrici dell’Imoco Volley hanno già vinto la Cev Champions League, Valentina Tirozzi nel 2016 con la Pomì Casalmaggiore e Kim Hill nel 2017 con il Vakifbank. Oltre a loro hanno già giocato una finale di Champions Monica De Gennaro, Raphaela Folie, Anna Danesi, Samanta Fabris, Marta Bechis, Robin De Kruijf (lo scorso anno assente per infortunio, giocò nel 2016 con il Vakif), Joanna Wolosz (2 volte, lo scorso anno e nel 2015 con Busto Arsizio). Sono all’esordio in una finale di Champions Miriam Sylla, Karsta Lowe, Gaia Moretto, Eleonora Fersino.

Elina Rodríguez parteciperà agli allenamenti, ma non potrà essere schierata in campo in quanto scaduti i termini per il tesseramento. Per coach Santarelli è la prima finale da capo allenatore dopo la semifinale dello scorso anno. Era in panchina da "vice" nella finale 2017 al Palaverde.

La squadra partirà questa mattina dall’aeroporto di Venezia, via Vienna, e alle ore 17 il primo allenamento alla Max Schmeling Halle. Domani giornata dedicata alle sessioni video con lo staff e all'allenamento (11.30-13). Nel pomeriggio di domani alcune attività "media" (alle ore 14.15 il media meeting al ParkInn Hotel con Wolosz-Lowe-Santarelli) e "social" con il dipartimento comunicazione della Cev. Sabato dalle 10 alle 11 l’allenamento di rifinitura, alle 16 la prima battuta della SuperFinal Imoco-Igor. Dopo la finale maschile le premiazioni.

"Abbiamo fatto finora una grande stagione, arrivando fino in fondo a tutte le competizioni disputate e vincendo un fantastico scudetto - commenta coach Daniele Santarelli - Ma la storia deve ancora finire e vogliamo scrivere il capitolo più bello nella finale della competizione più importante. Sarà bellissimo giocare questa finalissima in un palasport strapieno, siamo orgogliosi di partecipare a questo grande evento e sappiamo che potremo contare su tantissimi dei nostri tifosi che anche a Berlino saranno un valore aggiunto e una spinta per noi. Abbiamo di fronte una grandissima squadra, ci conosciamo molto bene e sarà un altro capitolo di questa sfida infinita tra noi e Novara, un match incerto che noi proveremo con ogni mezzo a portare a casa. Sappiamo che sarà durissima, ma noi andiamo a Berlino per dare un’altra grande soddisfazione alla società e ai nostri tifosi".

"Siamo arrivati alla finale dopo un percorso difficile, prima a un passo dall’eliminazione nel girone preliminare, poi superando l’ostacolo di due grandi squadre come Eczacibasi e Fenerbahce nei play off - dice capitan Joanna Wolosz - Ora abbiamo la finale con Novara, una squadra molto forte che conosciamo molto bene e con cui abbiamo combattuto tante volte nel corso degli anni per tanti trofei. Per noi è un onore e un motivo di orgoglio partecipare a questa prima SuperFinal nella storia, davvero emozionante. Sarebbe bello dare ai nostri fan e a club il trofeo più importante in un’occasione storica in questo grande evento. Ci proveremo dall’inzio alla fine dando il massimo per giocare una grande finale".

(Fonte e foto: www.imocovolley.it).
#Qdpnews.it