Il cuore oltre l’ostacolo, ovvero oltre i 16 mila metri di dislivello. È la sfida di Luca Viol, un atleta dell’ultracycling che da quando è stata lanciata la Ultracycling Dolomitica, da 675 chilometri con 16 passi dolomitici, nel 2014, in 5 anni e 6 edizioni ha sempre partecipato. Non c’è stata una edizione senza di lui.

E c’era anche per la recente edizione, lo scorso 5 luglio, ma quest’anno il destino con lui è stato beffardo, perchè purtroppo durante la sua Dolomitica una brutta notizia ha toccato la sua famiglia, costringendo Luca al ritiro.

E adesso “Non posso accettare di non finire quello che ho iniziato” ha dichiarato Viol. Sì perchè da lui è nato il progetto “I passi del cuore”, con l’obiettivo di donare in una raccolta fondi la sua Dolomitica per recuperare le somme per l’acquisto di un defibrillatore da donare alle vette della Dolomitica, a cominciare dal passo San Boldo.

E così Luca proprio qui ha lanciato la sua personale sfida: scalare il San Boldo per 35 volte, fino quindi al raggiungimento dei 16.000 metri di dislivello della Dolomitica. Comincerà domani sera, venerdì 9 Agosto, dalle 20, e i suoi tifosi, lo hanno già fatto sapere, fin dalla primissima mattina di sabato saranno ai piedi del San Boldo ad accogliere chiunque voglia dare un incoraggiamento a Luca e lasciare un piccolo contributo in cambio di un gadget o di un brindisi insieme allo staff Ultracycling Italia.

Roberto Picco, organizzatore della Ultracycling Dolomitica rilancia: “E’ una impresa senza precedenti, e per chi vorrà ci sarà la possibilità di pedalare con lui e di donare qualcosa ai piedi del San Boldo, perché tutto il ricavato andrà al progetto “I passi del cuore”, per un defibrillatore sul San Boldo".

"Vogliamo anche che questa avventura - prosegue Picco - diventi una sfida che possano provare tutti: scegliete una salita della Dolomitica e scalatela fino al raggiungimento dei 16.000 metri, con l’iscrizione di 20 euro, che verrà destinato all’acquisto di defibrillatori per le nostre vette dolomitiche. Vogliamo far capire al mondo che l’ultracycling è uno sport straordinario come straordinari sono i suoi protagonisti”.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it)
(Foto: Ultracycling Dolomitica).

#Qdpnews