Sernaglia della Battaglia, le risposte del sindaco: "Risolveremo le criticità rimaste dalla precedente amministrazione"

In occasione del consiglio comunale del 12 luglio il sindaco di Sernaglia della Battaglia Mirco Villanova ha risposto alle interpellanze presentate dal gruppo Proposta Civica nei giorni scorsi (qui l'articolo).

“Ringrazio per la Vostra interpellanza che evidenzia alcune criticità non risolte nel corso della precedente amministrazione” - ha introdotto il primo cittadino.

Per quanto riguarda la sosta e la viabilità nelle aree del Piave sabato scorso è stato inaugurato il nuovo parcheggio. “Verrà reso operante, inoltre, un senso unico che partirà dalla piazza proseguendo in via Grave e terminando in via Fornaci. Lo stesso resterà attivo per tutto il periodo estivo non appena sarà disponibile la segnaletica. A garanzia delle normali condizioni di igiene, del decoro urbano e della tutela ambientale nelle zone in questione è stato raggiunto un accordo con Savno per la gestione di raccolta e smaltimento rifiuti. In particolare saranno posizionati adeguati contenitori per plastica, vetro, secco e umido in due punti individuati alla fine di via Grave e nell'area parcheggio. Per sensibilizzare i visitatori alla fruizione civile ed in sicurezza dell'area golenale del Piave saranno posizionati cartelli di segnaletica riportanti tutti gli avvertimenti necessari per il corretto comportamento e regolamento di fruizione anche dell'area picnic.” - ha riferito il sindaco.

Per il problema del conferimento della frazione verde al Card, il 26 giugno l'assessore all'Ambiente Eleonora Antoniazzi ha organizzato un incontro con la ditta Savno per discutere i punti critici: “E' stato chiesto in quella data di concordare la facoltà di conferimento del verde da parte dei cittadini nei momenti dell'anno in cui sono più frequenti le potature ed il taglio dell'erba dei giardini. Si ricorda che già ora per particolari esigenze è sufficiente telefonare a Savno per concordare una data in cui poter accedere al card con quantitativi considerevoli.”

In merito all'impianto di condizionamento del centro polifunzionale di Fontigo, continua il Sindaco: “Il comitato di sorveglianza Por Fesr non è stato informato perché non c’era nessuna ragione di informarlo, l’impianto funziona regolarmente, ad oggi è spento perché nessuno degli utilizzatori ne ha richiesto l’accensione. La volontà dell’amministrazione di procedere all’efficientamento energetico dell’immobile poteva essere attuata solamente passando all’utilizzo di energie rinnovabili, quindi abbandonando il gas e passando all’energia elettrica. Per passare ad una fonte rinnovabile e perseguire gli obbiettivi di risparmio energetico era quindi necessario l’utilizzo di pompe di calore che possono risultare più rumorose di una caldaia".

"Non ci sono responsabilità - conclude Villanova - né in fase di progettazione ed esecuzione né in fase di controllo interno e collaudo, perché la questione acustica poteva essere valutata solamente una volta terminate le opere. Sono già state individuate le somme necessarie per le mitigazioni acustiche relative alle due pompe e verranno realizzate in tempi stretti.”

(Fonte: Antonella Callegaro © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.