Sernaglia, successo per la 22esima mostra dei Trofei di caccia e per la manifestazione “Cacciatori e Bimbi” a Falzè di Piave

Molte persone hanno visitato, durante il weekend appena trascorso, la 22esima Mostra dei Trofei di Caccia alla sala polifunzionale di Falzè di Piave, organizzata in collaborazione con la Riserve Alpine n. 26 di Sernaglia della Battaglia, n. 25 di Farra di Soligo e n. 28 di Follina, con il contributo delle associazioni venatorie: Cacciatori Veneti Confavi, Unione Nazionale Enalcaccia, Arci Caccia, Federazione Italiana della Caccia, Italcaccia e Associazione Nazionale Libera Caccia.

L'appuntamento è iniziato sabato 15 giugno al parco Pedrè con la manifestazione “Cacciatori e Bimbi”, giunta alla sesta edizione, grazie al circolo “Il Pedrè”, con lo scopo di portare i bambini ad una conoscenza della natura. Dopo il ritrovo alle 10.30, infatti, la Polizia provinciale di Treviso ha illustrato ai ragazzi i grandi carnivori e, nel pomeriggio, si è svolta una dimostrazione con i cani del Nucleo Cinofilo Antiveleno della regione Veneto. Successivamente la scuola Chioccolatori “Pro Sacile” ha tenuto una lezione sul canto degli uccelli.

Sernaglia trofei 01
Ieri, domenica 16 giugno, sono intervenuti all'inaugurazione della mostra, presentata dal professor Gianni Mazzocco, il consigliere della regione Veneto Gianpiero Possamai, il dirigente dell'ufficio Caccia e segretario generale della provincia di Treviso Agostino Battaglia, il consigliere delegato alla Caccia della provincia di Treviso Mauro Fael, il vice comandante della polizia ittico-venatoria Luigi Varetto, il presidente dell'associazione Cacciatori e Bimbi Fabio Botton e la presidente dell'associazione “Pro Sacile” Lorena Bin.

Si sono esibiti con imitazioni e richiami dei versi degli uccelli i Maestri della scuola di Chioccolo “Pro Sacile”, da poco campioni europei in Portogallo. La rassegna fotografica quest'anno è stata dedicata all'avvocato Mario Feltrin, funzionario dell'ufficio Caccia della provincia di Treviso, che aveva organizzato la mostra per la prima volta ventidue anni fa, venuto a mancare lo scorso marzo. Era presente la moglie Annalisa Colonna.

Sono stati consegnati gli attestati di partecipazione agli espositori delle foto che hanno saputo cogliere con l'obiettivo dei momenti particolari di flora e fauna. Si è passati poi a visitare la Mostra dei Trofei di Caccia, valutati da parte della commissione provinciale la scorsa settimana, con numerosi trofei di cervi, caprioli, mufloni e molti altri. Dalla dentizione e dalla consistenza delle ossa è possibile stabilire lo stato di salute della popolazione selvatica e dalle analisi fatte è stato riscontrato che la specie dei cervi sta bene ed è in aumento.

Una novità di quest'anno: in esposizione per la prima volta un esemplare di lupa di circa due anni, rinvenuta a Resana e deceduta a causa di un incidente stradale. E come sempre era possibile vedere una varietà di animali imbalsamati delle specie dell'ambiente palustre, dell'ambiente di bosco e uccelli tipici della provincia di Treviso. Un ringraziamento alla parrocchia per la concessione degli spazi. Appuntamento al 2020.


(Fonte: Antonella Callegaro © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.
Maggiori informazioni Accetto