Volontari d'Europa a Fano per la simulazione nazionale della Federazione italiana ricetrasmissioni

Volontari d’Europa sempre in prima linea. Dopo la prova di Soccorso nazionale del 2017 tenuta a San Giovanni in Persiceto (Bologna) e l'esercitazione europea Neiflex di giugno 2018 a Motta di Livenza e Portobuffolè, questa volta i volontari di Protezione civile dell’associazione con sede a Sernaglia della battaglia hanno partecipato alla prova di soccorso nazionale “Eservol Fir-Cb 2018" (nelle foto).

La prova di Soccorso nazionale che la Fir-Cb Ser Onlus (Federazione italiana ricetrasmissioni – Citizen’s band Servizio emergenza radio) ha tenuto nelle giornate dal 13 al 16 settembre a Fano (Pesaro Urbino), dove è stato previso per la propria colonna mobile, oltre ai consueti stage formativi per i volontari, anche lo sviluppo finale con una vera e propria esercitazione su vasta scala con il coinvolgimento diretto e reale dell’amministrazione comunale di Fano, della Regione Marche e della popolazione di un quartiere del Comune.

La parte formativa per i volontari della colonna mobile nazionale, suddivisi nei vari team per programmi formativi separati (Radio, Logistico, Segreteria, Cucina) è stata svolta partendo dalle pratiche di attivazione nazionale sino agli incontri nelle aule appositamente messe a disposizione della struttura locale (Club Mattei).

Sernaglia volontati europa fano 1
L’esercitazione invece ha simulato un evento sismico con una serie di crolli parziali di abitazioni e alberghi. Il Comune di Fano ha visto l’attivazione immediata del piano comunale e la formazione del Centro operativo comunale (Coc), il Dipartimento della Protezione civile ha attivato la colonna mobile nazionale della Fir-Cb per l’allestimento di una ara accoglienza della popolazione.

Giornate impegnative che hanno visto la costruzione di un campo composto da quindici tende, una sala operativa, una cucina da campo, completa di gruppi sanitari e ponti mobili digitali e reti wifi al fine di simulare una vero e proprio ritorno alla normalità per le popolazioni colpite da un evento sismico. Non è mancata la tenda sanitaria per il Primo soccorso avanzato della Croce rossa italiana.

Una esperienza formativa davvero unica dove ha visto coinvolte tante associazioni partite da tutte le regioni italiane per un fine unico. Il presidente dei Volontari d'Europa ringrazia quanti hanno dato il loro apporto per la buona riuscita della manifestazione, la Fir Cb per il costante impegno e il dipartimento di Protezione civile per il supporto e la presenza.

(Fonte e foto: Volontari d'Europa).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport