Segusino piange la 89enne Mariarosa Geronazzo: una vita alla Filos e storica firma del periodico “La voce del Piave”

Segusino ieri, lunedì 2 settembre, ha perso una donna che ha fatto la storia del paese: la 89enne Mariarosa Geronazzo, classe 1930, mancata all’ospedale di Montebelluna dopo un periodo di malattia.

Una vita difficile fin dalla giovinezza quella di Maria Rosa, originaria di Caravaggio di Valdobbiadene, profondamente segnata dalla morte drammatica del fratello Giuseppe nei momenti finali della seconda guerra mondiale. Un’esperienza dolorosa dalla quale era rinata grazie all’opportunità lavorativa che le era stata offerta nel 1949 dal capitano Guglielmo Zancaner, il famoso imprenditore dell’occhiale che nel 1946 aveva fondato la Filos dando il “la” al distretto dell’occhialeria segusinese.

Mariarosa colse al volo quest’opportunità e dedicò ben 42 anni della sua vita alla Filos, prima come giovane segretaria e, poi, in qualità di responsabile delle vendite all’estero. La “ciliegina sulla torta” arrivò nell’ottobre 1959: il matrimonio con Leandro Coppe e il trasferimento in viale Italia a Segusino, dove, nell’aprile 1961, nacque l’unico figlio Michele.

Raggiunta l’età della pensione, Mariarosa trasformò la sua passione per la scrittura in un libro autobiografico intitolato “Ricordi”, pubblicato nel 2000, e rafforzò il legame con la comunità di Segusino diventando una delle firme più amate del periodico locale “La voce del Piave”.

La sua scomparsa ha lasciato nel dolore il figlio Michele con Paola e Marco, le nipoti Marilina con Elio, Tania, parenti e amici di Mariarosa.

Le comunità di Segusino e Valdobbiadene potranno rendere omaggio a Mariarosa domani, mercoledì 4 settembre, alle ore 20 nella chiesetta dell’asilo di Segusino, dove sarà recitato il rosario, oppure giovedì 5 settembre alle 10.30 nella chiesa parrocchiale per il funerale.

(Fonte: Luca Nardi © Qdpnews.it)
(Foto: Onoranze funebri Della Bianca).
#Qdpnews.it


// Storie di Sport