Ieri a Stramare la prima di “Vette, borghi e capitelli di Segusino”: il nuovo documentario di Giovanni Carraro

Un successo: è la migliore sintesi di una serata che ha avuto come protagonisti Segusino, i suoi abitanti e le sue secolari tradizioni.

“Vette, borghi e capitelli di Segusino” (nel video in basso), il nuovo documentario del videomaker Giovanni Carraro, ha "fatto il botto" ieri sera, sabato 29 giugno 2019, nella magica cornice del borgo di Stramare.




Un successo meritato che ha premiato il percorso di valorizzazione avviato dall’amministrazione guidata dal sindaco Gloria Paulon, in collaborazione con molte persone e realtà associative comunali. Un percorso di rinascita che sta progressivamente stimolando l’intera comunità segusinese.

La proiezione del documentario di Carraro è stata preceduta da un momento ugualmente atteso: l’inaugurazione dei nuovi ponticelli sul torrente Riù.

Un percorso naturalistico noto in paese come “Trodo de le acque”, che collega Riva Secca a Stramare, partendo da via Cal de Pont, e che ora sarà praticabile in tutte le stagioni.

Tanti i protagonisti del filmato culturale di Carraro, a partire dai tre vispi piccoli attori Gianluca, Matteo e Pietro, che accompagnano Giovanni, il sindaco ed il suo cane Nina in un suggestivo itinerario ad anello con partenza e arrivo in centro a Segusino, passando per Stramare, Miliès, il monte Doc e le Miliane.

L’attenzione di Carraro si è anche focalizzata su tre luoghi simbolici: l’oratorio di San Barnaba con la leggenda del diavoletto raccontata da Elena Filini, direttrice del Coro di Stramare, la restaurata chiesetta di Maria Ausiliatrice a Miliès, che ieri sera ha preso vita grazie al racconto degli alpini e degli Amici di Miliès, e il borgo di Stramare, reso vero protagonista dallo scrittore Mariano Lio, per anni unico residente del borgo seicentesco fondato da due carbonai istriani.

“Vette, borghi e capitelli di Segusino” vuole essere un modo per sentirsi tutti a casa, per fare di Segusino, delle sue frazioni e dei suoi borghi un rifugio speciale dove ognuno, residente o turista, possa vivere emozioni uniche ed irripetibili.

(Fonte: Luca Nardi © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® Riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport