Nuova chiusura a Segusino: serrande abbassate fra un mese per l’edicola-cartolibreria del centro

Stop alla vendita dei giornali, ancora un mese per gli articoli cartolibrai, poi l’edicola Harmony di Carmela Leggiero, in centro a Segusino, chiuderà. Ennesima chiusura che va a ridurre i servizi essenziali offerti soprattutto alle persone anziane.

Il motivo sarebbe da imputarsi a due ragioni: una rigida burocrazia, che non fa distinzioni tra grandi città e piccoli paesi di provincia, e la già nota decisione della signora Leggiero di intraprendere una nuova attività lavorativa.

"Le difficoltà incontrate in questi anni dall'edicola Harmony non sono di certo estranee a tutti noi commercianti del paese", ricorda Lorena Coppe, titolare dell’adiacente gastronomia Coppe, nonché consigliere comunale di Segusino con delega ai rapporti con le attività commerciali.


Segusino edicola 1

“Da quando ho aperto la mia attività sono passati vent'anni, fin da subito mi sono messa in gioco per cercare di dare il meglio in termini di servizio ai cittadini di Segusino - spiega Coppe - Certamente nel corso di un’attività, si sà, si incontrano periodi duri, altri meno facili, alternati anche da belle soddisfazioni. Purtroppo però, l’ago della bilancia lo fa la clientela. In questi anni con il susseguirsi delle aperture di centri commerciali, dei grandi supermercati con orari continuati per tutto il weekend, la gente non viene più a spendere nel suo paese, determinando, con questo, effettivamente la morte del centro”.

Di questo parere anche altri commercianti di viale Italia, la strada principale del paese, ritenendo ulteriormente che la cessata attività dell’edicola comporti per Segusino un grande vuoto nella vita e nelle attività del centro.

Alla fine del 2017 aveva abbassato le serrande anche il “casolin” di Mario Sartor, andato in pensione dopo ventidue anni di attività (qui l'articolo). Il 25 marzo 2017 aveva chiuso invece la filiale di Unicredit, per questo l’amministrazione Paulon si era a lungo prodigata per installare un Atm di prelievo contanti 24 su 24 in piazza Papa Luciani. Tuttavia, dopo l’attivazione dello scorso 20 novembre, lo sportello era stato distrutto e svuotato da ladri ancora ignoti alle 2 di notte del 15 dicembre 2018 (qui l'articolo).

Segusino edicola 2

"La signora Carmela, che ringrazio per gli anni di attività in paese – dichiara il sindaco Gloria Paulon – ha recentemente intrapreso un’altra attività lavorativa. Certo che, solo con i giornali, si fa fatica a sbarcare il lunario, conoscendo le condizioni imposte dai distributori".

"Mi auguro che si faccia avanti qualcuno con fantasia ed intraprendenza – prosegue Paulon - che possa rilevare l’attività aggiungendo anche altre categorie merceologiche, che servono sempre in un paese piccolo. Si sa che gli scenari di mercato cambiano ed anche le attività devono evolversi con essi. Che sia facile, no di certo".

Ci sono, però, delle novità sullo sportello Atm: “Abbiamo già individuato la nuova locazione con la ditta installatrice e verrà ufficializzata a breve”, ha concluso il primo cittadino.

(Fonte: Luca Nardi e Francesco Pastro © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport