Samuele Coppe studia da nuovo Del Piero e "boccia" Malta: da Segusino alla Serie C portoghese

Il talento non ha confini geografici nel mondo lavorativo come nello sport. A dimostrarlo è il 18enne Samuele Coppe (nella foto),  calciatore dall’età di sei anni, nato e cresciuto a Segusino, da ieri attaccante del Lusitano Futebol Clube, nella serie C portoghese.

Quest’estate l'attaccante dell’Union Feltre è stato contattato dalla primavera del Mosta, una squadra che gioca nella Serie A maltese.
Sembrava tutto fatto, invece, durante la sua prima amichevole Samuele ha segnato un gol e realizzato l’assist per il 3 a 0, nonostante fosse entrato in campo negli ultimi venti minuti della partita. Una prestazione notevole che non è sfuggita agli osservatori del Balzan, altra squadra professionistica maltese, la quale gli ha fatto svolgere un periodo di prova.

Ieri, venerdì 7 settembre, l’ennesimo colpo di scena: Samuele Coppe ha firmato per un anno con il Lusitano Futebol Clube per maturare e perfezionarsi ulteriormente.

Segusino samuele coppe2

Samuele, quando è nata la tua passione per il calcio?
Ho iniziato a tirare i primi calci a sei anni. Ho giocato in molte squadre: all’inizio nella vecchia Sga, che ora è Sp (Segusino-Pederobba), per poi militare nell’Union Qdp, al Montebelluna, al Careni Pievigina, infine all’Union Feltre.

A Feltre, società di serie D, giocavi nella juniores, ma non era la tua prima professione?
No, infatti ho studiato alla scuola per parrucchieri di Feltre. Ho seguito il mestiere di famiglia e, quando non mi alleno, lavoro.

Perché, dopo quest’estate maltese, hai scelto il Portogallo?
A Malta il livello era molto basso: la loro Serie A è paragonabile alla C o D italiana e portoghese. Ho scelto il Portogallo perché il Lusitano è una buona squadra per partire, un club che punta a migliorare ogni singolo giocatore per il futuro. Il campionato inizierà il 22 settembre, spero di fare un anno da protagonista sebbene abbia soltanto 18 anni. Sono il più giovane della squadra.

Qual è il tuo sogno nel cassetto?
Vorrei diventare un calciatore professionista. Fin da piccolo sono un tifoso della Juve e, tutt’ora, il mio idolo è Alessandro Del Piero. Il mio obiettivo è fare bene quest’anno, per poi fare un salto di livello ed andare a giocare in Francia o Spagna.

Segusino samuele coppe3

(Intervista a cura di Luca Nardi © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport