Sarmede, per la prima volta alla ricerca di nonni vigile. Il sindaco Pizzol: "E' una novità, tutti gli scolari confluiscono nel capoluogo"

Per la prima volta l’amministrazione comunale ricorre ai nonni vigile per l’attività di sorveglianza all’esterno della scuola primaria di via Madonnetta.

L’Amministrazione Comunale intende effettuare in questi giorni un’indagine per verificare se vi sono persone interessate a partecipare ad un’eventuale realizzazione - in collaborazione con l’Associazione Comuni della Marca Trevigiana, di un programma di reinserimento lavorativo nelle attività socialmente utili.

“Un progetto - spiega il sindaco Larry Pizzol - che potrà essere realizzato solo se verranno individuati i soggetti idonei all’espletamento dello stesso”.

L’attività di sorveglianza all’esterno della scuola è molto delicata e consiste nella sorveglianza e nel controllo delle aree esterne alla scuola, nella tutela della sicurezza dei minori in prossimità della Scuola primaria di Sarmede e delle fermate degli scuolabus, infine, dei veicoli durante le manovre di sosta e/o di fermata, nelle fasce orarie di entrata e di uscita degli alunni per l’anno scolastico 2019/2020.

Alle persone incaricate sarà corrisposto comunque un compenso orario lordo di euro 8,70 per un servizio complessivo di massimo 6 ore settimanali, articolato dal lunedì al venerdì secondo il calendario scolastico.

Requisiti per presentare la richiesta: essere pensionati o in attesa di pensione, non svolgere attività lavorativa subordinata o autonoma, e avere un’età compresa preferibilmente fra i 55 e i 75 anni.

Oltre evidentemente essere in possesso di idoneità psico-fisica a svolgere le attività richieste. Le domande vanno inoltrare entro le 12 del 31 agosto.

“Ci serviranno almeno due persone, ma tre sarebbe meglio - spiega il sindaco Pizzol - E’ la prima volta che vogliamo accedere a questa possibilità, perché si è presentata l’esigenza per il fatto che le scuole di Montaner non ci sono e tutti i bambini confluiscono a Sarmede. Però non ho perso le speranze di riaprire a Montaner anche se per quest’anno è andata così”.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport