Sarmede, messo in sicurezza il rio Valon Spesse dopo l'esondazione di fine agosto

Avviati subito dopo l’evento alluvionale del 25 agosto, sono in corso di ultimazione i lavori di pronto intervento nel Comune di Sarmede, in via Borgo Chiari, per ripristinare la sezione di deflusso del rio Valon Spesse che era stata completamente ostruita.

I lavori, eseguiti dalle strutture forestali regionali, hanno permesso di mettere in sicurezza l’area, tra cui un’attività turistico ricettiva allagata e invasa da oltre un metro di melma e detriti, conseguentemente alla fuoriuscita del torrente dall’alveo.

Circa trenta metri a monte dell’edificio, immediatamente prima della curva, si era infatti formato un tappo di vegetazione e detriti che, riempiendo il letto dell’alveo, aveva impedito il regolare deflusso delle acque.

“Durante l’intervento, del valore di 40 mila euro - spiega l’assessore regionale alla difesa del suolo, Gianpaolo Bottacin - è stato sgombrato il materiale lapideo dall’alveo, sono stati effettuati scavi di nuovo sezionamento per garantire il libero deflusso delle acque ed evitare che l’acqua fuoriesca dal letto del rio. Si è poi proceduto al rinforzo delle sponde e dei tratti di alveo più compromessi con una nuova scogliera in massi”.

Completata la parte più critica restano ora da effettuare ancora alcune piccole sistemazione a nord del rio, che saranno comunque ultimate entro fine settembre.

"Anche in questo caso, come in altre occasioni - ha concluso Bottacin - abbiamo trovato le risorse con prontezza e avviato i lavori di ripristino, mantenendo fede al nostro impegno di vigilare affinché la difesa idraulica del territorio sia sempre in primo piano".

(Fonte e foto: Regione Veneto).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport