Santa Lucia di Piave, morti due alberi nel parco di Sarano, e sarebbe un danneggiamento volontario

La scoperta dei due alberi morti nel parco di Sarano di Santa Lucia di Piave, avvenuta ieri sabato 18 maggio, non è stata affatto casuale: a confermarlo alcuni fori alla base degli alberi, che darebbero credito all’ipotesi del danneggiamento volontario da parte di qualche vandalo.

A rendere nota l’amara scoperta è stato il sindaco Riccardo Szumski con una comunicazione: “Una brutta sorpresa per l’ufficio tecnico comunale la scoperta della morte di un paio di alberi, per un sospetto danneggiamento volontario, al parco di Sarano”; i due alberi, localizzati nei pressi di una delle tre entrate al parco, mostravano infatti i segni inequivocabili dell’uso intenzionale di un trapano, il quale è stato usato per forare le radici e provocare così la morte della pianta.

Rimangono ignoti i motivi tanto quanto gli autori di tale gesto: come ha successivamente detto il sindaco Szumski, gli accertamenti del caso sono tuttora in corsa e nel frattempo entrambe le piante sono state tagliate, onde evitare cadute a causa del maltempo degli ultimi giorni.

Episodi vandalici di questo genere non sono nuovi nel comune di Santa Lucia dal momento che risale a poco meno di un mese fa la rottura a calci di una panchina del centrale Parco Granza di Santa Lucia ad opera di alcuni vandali (probabilmente una baby gang); benchè distante, la scoperta dei due alberi sembrerebbe essere la conferma purtroppo positiva di un comportamento assai lesivo ormai diffuso in tutto il territorio comunale.

(Fonte: Thomas Zanchettin © Qdpnews.it).
(Foto: per gentile concessione del sindaco Szumski).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport