A Santa Lucia di Piave il convegno del centrodestra "Ripartire dalle civiche": al centro Governo e burocrazia

Ripartire dalle civiche nel segno del rinnovamento: é parso questo il messaggio lanciato nella mattinata di ieri, sabato 2 marzo, nel corso di un convegno di centrodestra tenutosi nel complesso fieristico di Santa Lucia di Piave e promosso da L'altra Italia. "Ripartire dalle civiche, dal mondo delle imprese e del lavoro"  è il primo di tutta una serie di convegni che verranno organizzati nella provincia di Treviso, come ha annunciato Fabio Maggio, uno dei promotori dell'iniziativa.

L'obiettivo è quello di riunire tutte le forze di centrodestra, comprese le civiche di tale orientamento, e creare un programma in grado di prendere come riferimento il mondo dell'impresa, degli artigiani, dei commercianti e dei coltivatori. Governo centrale ed eccessiva burocrazia sono state le due tematiche poste sotto la lente di ingrandimento, ai quali i vari relatori hanno contrapposto le necessità di una detassazione, della creazione di posti di lavoro con progetti di formazione dei lavoratori, oltre a un capillare rinnovamento delle forze statali.

"Dobbiamo riunirci e capire quali siano davvero i problemi dei cittadini - è stato l'appello di Davide Bendinelli, coordinatore regionale di Forza Italia - perché gli amministratori sono importanti, ma da soli non vanno da nessuna parte. Roma è una realtà distaccata".

"Dobbiamo darci una linea politica e chiedere a Zaia di prendere un provvedimento chiaro - ha aggiunto Bendinelli - I 5 Stelle sono inadeguati, mentre Salvini sta facendo l'en plein sulle spalle degli elettori. Non mi riconosco in questo Governo e chiedo a Zaia di prendere le distanze da questa Lega".


Rinnovamento della classe dirigente e creazione di un orizzonte lavorativo per le nuove generazioni sono stati i due punti più volte sottolineati, oltre alla "necessaria distinzione tra la politica dell'immagine e la politica della concretezza". "Oggi è difficile capire se il nostro territorio sia fatto da moderati oppure da moderati arrabbiati - ha dichiarato Fabio Chies, sindaco di Conegliano e coordinatore provinciale di Forza Italia - Il nostro è un popolo dimenticato e i nostri imprenditori non chiedono di essere aiutati ma che non gli si rompa le scatole".

"Ci siamo dimenticati che ci sono dei doveri e ci siamo appiattiti sui diritti - ha proseguito Chies - Bisogna tornare alla politica del fare e non mantenere quella dei discorsi fini a se stessi".

Un rinnovamento della classe dirigente richiesto anche dai rappresentanti del mondo dell'impresa, come nel caso dell'imprenditore Giuseppe Covre il quale ha ribadito la necessità di "persone di buone volontà", lontane dal "desiderio di fare politica per assicurarsi un buon salario".

Una situazione, pertanto, che richiederebbe, secondo i vari relatori del convegno, una nuova sinergia tra impresa e gli attori protagonisti del mondo della politica territoriale, rimettendo al centro il valore della persona. "Siamo psicologicamente compressi - è stata l'osservazione di Vendemiano Sartor, presidente di Confartigianato Treviso - non siamo in salute e in grado di sopportare un'altra recessione. Quindi i rapporti con i Comuni risultano essenziali".

"In Italia le specializzazioni sono tra le meno pagate d'Europa - ha sottolineato il presidente di Unirisk Dino Parrano - e le persone più valide se ne vanno, così avviene un aumento delle incompetenze: è stato innescato un circolo vizioso da spezzare. L'impresa non cresce solo sul denaro, ma sulle persone".

Secondo il deputato di Forza Italia Raffaele Baratto, invece, "è necessario far capire quanto il territorio dia al Governo centrale, ricevendo poco in cambio: c'è un Governo che deve cambiare e un territorio che merita un occhio di riguardo".

Un incontro, quindi, dove sindaci e rappresentanti delle liste civiche si sono riuniti per dare vita a "una nuova stagione con proposte politiche forti", come ha sintetizzato alla chiusura dei lavori Pierluigi Damian, uno dei promotori dell'evento.

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Interviste video a cura di Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport