Santa Lucia, la Provincia "salva" l'oasi naturalistica. Il sindaco Szumski: ora spetta alla Regione

Riceviamo dal sindaco del Comune di Santa Lucia di Piave, Riccardo Szumski (nella foto),  in merito alla proposta di soppressione della zona di ripopolamento e cattura Medio Piave, e pubblichiamo.

Siamo soddisfatti del voto contrario a larghissima maggioranza della commissione caccia della Provincia all'ipotesi di un'azienda faunistico venatoria nell'area protetta Medio Piave, ma restiamo molto preoccupati visto che la responsabilità decisoria è in capo alla Regione.

Pertanto invitiamo sin da subito il presidente Luca Zaia, la giunta regionale ed il consiglio regionale ha considerare la nefandezza di una simile proposta in un sito già protetto a livello europeo e regionale, caratteristico oramai per la vocazione naturalistica e la biodiversità, anche alla luce proprio della firma in sede regionale del Manifesto delle Terre dell'Acqua da parte di 29 Comuni, compreso Santa Lucia di Piave, per la valorizzazione della risorsa dell'acqua e dei suoi territori nella chiave di uno sviluppo turistico sostenibile. 

Tutto questo cozzerebbe contro la destinazione a riserva di caccia dell'alveo della Piave, fiume a noi carissimo e bisognoso di tutela e valorizzazione.

Riccardo Szumski

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport