Terminata la manutenzione delle tubature tra Conegliano e San Vendemiano: con la tecnica "relining" ridotti al minimo i disagi

Con la riapertura al traffico della corsia di svolta verso Ramera alla rotonda di Saccon di San Vendemiano, al margine della quale è ubicato il pozzettone in cui sono alloggiati gli organi di regolazione, si sono definitivamente conclusi i lavori di riabilitazione idraulica non invasiva della tubazione adduttrice societaria nel tratto compreso tra la località di Monticella, in comune di Conegliano, e la località di Saccon, in comune di San Vendemiano.

L’iniziativa di Piave Servizi, intrapresa per la risoluzione del consistente numero di rotture in un ambito dove l’elevato numero di riparazioni e le difficoltà d’intervento rendevano sempre più precaria e vulnerabile l’infrastruttura adduttrice, ha consentito il completo risanamento di oltre tre chilometri di tubazioni, grazie all’utilizzo di tecniche non invasive di relining.

San vendemiano tubature lavori

L’intervento di relining strutturale consiste nell’inserimento nella tubazione ammalorata di un tubolare sintetico con rinforzo in Kevlar, dotato di grande resistenza ed al contempo duttilità. La flessibilità e lo spessore estremamente ridotto ne consentono l’uso per la riabilitazione di tronchi particolarmente lunghi, con curve e pressioni elevate. Il sistema No-Dig consente scavi ridotti al minimo indispensabile, che vengono eseguiti esclusivamente in corrispondenza dei connettori, consentendo il rinnovamento di condotte interrate sotto zone complesse e difficili da scavare.

Tale soluzione progettuale ha consentito di ridurre al minimo i disagi connessi alle fasi operative con l’ottenimento di un risultato finale di resistenza della condotta equivalente a quello che si otterrebbe con la nuova realizzazione della stessa.

(Fonte e foto: Piave Servizi). 
#Qdpnews.it

// Storie di Sport