San Vendemiano, logistica e servizi tra gli obiettivi del Comune. Il sindaco Dussin: "Diversifichiamo l'offerta del nostro territorio"

"Vogliamo diversificare quella che è l'offerta del nostro territorio". Con questa premessa il sindaco neoeletto Guido Dussin si appresta a iniziare 5 anni di amministrazione comunale, con le idee ben chiare sull'indirizzo da dare al territorio di San Vendemiano.

Nel prossimo consiglio comunale, o in quelli successivi, come ha anticipato il primo cittadino, verrà presentato il programma dei prossimi 5 anni.

Logistica e servizi sono i due settori sui quali il Comune andrà a puntare, oltre allo sport, per cui la giunta Dussin aveva già fatto degli investimenti in passato.

"Abbiamo in programma di concludere l'ampliamento e il rinnovo del campo di beach volley. - ha spiegato il primo cittadino - Faremo, quindi, un raddoppio dello spazio del campo da gioco. Inoltre, abbiamo inserito altre questioni quali circuiti, piste ciclabili, parapetti che sono all'interno del programma elettorale del 2019 e siamo all'80 percento della realizzazione: stiamo attendendo comunicazione da parte del Ministero dello Sport per alcuni contributi, in seguito ai quali andremo a variare il piano delle opere pubbliche, che presenteremo indicativamente a settembre, prima del bilancio di fine anno".

"Attualmente stiamo completando alcune opere e stanno arrivando dei contributi importanti. - ha ribadito il sindaco - I nostri settori prevalenti sono la scuola e lo sport, ma San Vendemiano si sta indirizzando verso l'ambito dei servizi, in quanto il nostro è un Comune altamente produttivo, con un tessuto industriale, seppur frazionato in 5-6 aree, da considerare come uno dei più rilevanti della Provincia di Treviso. Siamo in un'ubicazione molto favorevole dal punto di vista logistico e così siamo convinti di sostenere tutta l'area della Sinistra Piave, potendo concorrere con altre realtà. Per questo investiremo sia sul settore della logistica che in quello dei servizi".

"Abbiamo un tessuto produttivo e agricolo molto buono, ma anche i servizi vanno sostenuti - ha aggiunto Dussin - perché la vicinanza all'uscita autostradale fa sì che logistica e servizi diventino due aspetti produttivi, che devono creare business e condizioni favorevoli. Stiamo puntando per arrivare a un sistema di ricettività che diventi remunerativo per l'investitore, quindi palestre e piscine sono complementari alla realtà produttiva degli uffici. Se facciamo questo, a San Vendemiano siamo freschi, nuovi e attuali, superando quello che era il vecchio commercio di un tempo e quindi sfruttiamo le nostre potenzialità, ovvero la posizione logistica, urbanistica e topografica, quella vicinanza alle strade statali, autostradali e a Conegliano, ma sempre mantenendo una certa attenzione al settore sportivo".

"Dal 2014 al 2019 abbiamo raddoppiato la presenza di bambini iscritti alle nostre associazioni sportive, cioè da 600 a 1.200, provenienti anche da fuori Comune - ha sottolineato il primo cittadino - e per questo abbiamo realizzato delle strutture. Ci sono due eccellenze nel nostro territorio, la squadra di basket in serie B e le realtà giovanili di pallavolo, pattinaggio sul ghiaccio e hockey, che danno molta visibilità. Quindi proseguiamo a diversificare molto anche sullo sport".

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport