Referendum sull’autonomia, San Vendemiano alle urne. Il sindaco Dussin: è il primo passo di un lungo lavoro

Domenica 22 ottobre anche i cittadini del Comune di San Vendemiano saranno chiamati ad esprimere la loro preferenza in occasione del referendum consultivo sull’autonomia del Veneto. “Noi tutti andiamo a votare per avere dei minimi vantaggi – spiega il sindaco di San Vendemiano, Guido Dussin (nella foto)  interpellato sulla questione - ma bisogna sicuramente fare un passo ben più grande di questo per ottenere risultati di impatto per la Regione”.

Il lavoro da fare è secondo il sindaco Dussin lungo e impegnativo. “Si tratta di un piccolo passo, un punto di partenza per fare in modo che la Regione si orienti verso una realtà più autonoma. Bisogna aumentare i servizi e le infrastrutture, potenziando l’organizzazione territoriale ma stando attenti a non commettere lo sbaglio di aumentare la burocrazia a livello regionale: bisogna svincolarsi dalla burocrazia romana, non creandone però una veneziana”.

Una tematica, quella dell’autonomia regionale, sentita anche dagli stessi cittadini di San Vendemiano, grazie al contributo della rete e delle nuove tecnologie informatiche: “E’ un tam tam che funziona molto nei social – osserva il sindaco Dussin – c’è sicuramente da parte delle persone un interesse ed una volontà ad andare al voto. Mi sembra doveroso partecipare a questa opportunità per fare un piccolo passo avanti”.

(Fonte: Giada Fornasier © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport