San Pietro di Feletto piange l'alpino Mario De Nardo, domani a Rua di Feletto l'ultimo saluto

La comunità di San Pietro di Feletto piange Mario De Nardo, instancabile lavoratore e alpino. Malato da qualche mese, si è spento la scorsa mattina, all'età di 81 anni. Il suo volto era molto conosciuto non solo nel Felettano, ma anche nella vicina Refrontolo, suo paese natale. Grazie al suo lavoro era stimato anche al di fuori della provincia.

Camionista per una vita, da giovane aveva lavorato come contadino. Una passione, quella per l'agricoltura, che non l'ha mai abbandonato e che insieme alla moglie Caterina ha saputo trasmettere anche al figlio Savino, oggi titolare della Fruttera, negozio di frutta e verdura a Pieve di Soligo. Con l'arrivo della pensione, fino a quando il fisico glielo ha permesso, non ha mai smesso di coltivare il suo vigneto.

Tra le sue passioni anche la pesca ed il gioco delle bocce. Ma era la montagna il luogo dove amava rifugiarsi non appena poteva, in particolare nella sua casa sul Pian de le Femene, dove si recava ogni domenica, per una semplice passeggiata o per andare a funghi in compagnia, circondandosi degli amici più cari.

"Era una persona semplice e di buon cuore, era innamorato dei suoi nipoti", ricordano i famigliari. A piangerlo, la moglie Caterina, i figli Savino e Samuela, la nuora Sandra, il genero Tiziano, gli adorati nipoti Sara con Daniele, Serena con Andrea, Lisa e Luca, i pronipoti Vittorio, Bianca e Nicolò, il fratello, le sorelle e tutti i parenti. Il funerale verrà celebrato domani mattina, venerdì 22 marzo, alle ore 10.30, nella chiesa parrocchiale di Rua di Feletto. La salma riposerà nel cimitero di Santa Maria di Feletto. La famiglia ringrazia fin d'ora quanti parteciperanno alle esequie.

(Fonte: Mattia Vettoretti © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport