San Pietro di Feletto, oggi il funerale di Anna Bortoluzzi, storica proprietaria del casoìn di Bagnolo

Dopo una vita trascorsa nel suo storico casoìn situato al centro di Bagnolo - frazione del Comune di San Pietro di Feletto - a fianco della trattoria Cervano, Anna Bortoluzzi (nella foto) si è spenta all'età di 96 anni.

Aveva seguito il marito Riccardo Bertuol nell'avventura del negozio, aperto nel 1956 e ora gestito dalle figlie Bruna e Loredana. Riccardo Bertuol e i fratelli Giuseppe e Domenico lavoravano come contadini nei campi e avevano la passione per il commercio di bestiame: da lì era nata l'idea di dedicarsi a tempo pieno all'attività commerciale, aprendo un negozio che fungesse da bar, panificio e alimentari, o coloniali come era abitudine dire a quel tempo.

Negli anni il negozio si era ingrandito e Anna Bortoluzzi si era dedicata con passione alla gestione del forno fino all'età di 75 anni. Era quindi un'attività commerciale frutto della passione di una famiglia, che nel maggio del 2016 aveva festeggiato i propri 60 anni di attività (qui l'articolo).

L'affetto dei clienti aveva consentito al casoìn di continuare a vendere i propri prodotti, resistendo di fronte alla forza dei supermercati che nel frattempo erano sorti nelle vicinanze, grazie anche all'entusiasmo professionale delle due figlie di Anna Bortoluzzi, Bruna e Loredana Bertuol, alle quali era passato il testimone per la gestione del negozio.

Per la cortesia verso i clienti e per la longevità dell'attività condotta insieme alla sua famiglia, Anna Bortoluzzi era molto conosciuta dalla comunità di Bagnolo, che ha perso così una delle figure cardine della storia del commercio locale.

Anna Bortoluzzi lascia nel dolore le figlie Bruna e Loredana, il genero Alvise e il nipote Saverio, assieme a tutti i parenti. Il funerale sarà celebrato oggi, martedì 19 febbraio, alle ore 15 nella chiesa parrocchiale di Bagnolo. La famiglia non chiede fiori, ma opere di bene.

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: Onoranze funebri Faldon).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport