San Pietro di Feletto, il nuovo impianto di illuminazione del municipio tra i finalisti per il concorso Art bonus

Risulta tra gli 11 progetti finalisti del Veneto, nell'ambito del concorso Art bonus, il nuovo impianto di illuminazione degli spazi espositivi (nella foto)  nella sede municipale di San Pietro di Feletto, un tempo antico eremo camaldolese.

Si tratta della terza edizione del concorso, che conta ben 115 progetti a livello nazionale in gara - comprendente le regioni Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia-Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Trentino Alto Adige e Umbria, oltre al Veneto - selezionati tra quanti hanno ricevuto un sovvenzionamento tra il 1° settembre del 2017 e il 31 agosto di quest'anno.

Nel caso specifico di San Pietro di Feletto, lo scorso anno l'azienda Irca (Industria Resistenze Corazzate e Affini) presieduta da Gianfranco Zoppas, usufruendo dell'art bonus, ovvero del credito di imposta per le donazioni liberali a favore della cultura, ha finanziato la realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione per garantire adeguate condizioni di luminosità - tramite la scelta della tecnologia a led - alle sale adibite a galleria di mostre d'arte e sedi di incontri culturali, poste sui 3 piani dell'edificio municipale.

Il progetto, del costo di circa 40 mila euro, ora è in finale e concorrerà con avversari di tutto rispetto come i veneziani Palazzo reale, teatro La Fenice, le Gallerie dell'Accademia, la biblioteca Marciana, il conservatorio "Benedetto Marcello" e la fondazione Arena di Verona. Il vincitore verrà scelto da una giuria popolare che potrà esprimere una preferenza tra i progetti finalisti, entro il 6 gennaio, con una votazione online, gratuita e senza necessità di registrazioni al sito. Per votare sarà necessario accedere alla pagina www.concorsoartbonus.it.

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport