Revine, preoccupazione di una mamma per il nuovo anno scolastico e appello a Mom: "Non lasciate a piedi gli studenti"

Le vacanze stanno per terminare con l’inizio dell’anno scolastico che è ormai alle porte. Per tutti gli studenti della Vallata e del Quartier del Piave, in mancanza di linee ferroviarie, l’unico mezzo pubblico per raggiungere i plessi scolastici è rappresentato dagli autobus gestiti dall’azienda trevigiana Mom (Mobilità di Marca).

Un mamma di Revine, ha scritto alla Redazione di Qdpnews.it una accorata mail che pubblichiamo integralmente, nella quale partendo da un articolo pubblicato dal nostro giornale relativo all’acquisto da parte di Mom di 8 nuovi bus, si rivolge alla società di trasporto chiedendo garanzie circa il fatto che gli studenti del comune di Revine Lago, che si trovano quasi al capolinea delle corse per Vittorio Veneto, non rimangano a piedi o devano viaggiare su mezzi sovraffollati.

In relazione all'articolo nel quale fate riferimento a MOM e all'acquisto da parte loro di 8 nuovi bus, vi sarei grata(come tanti altri genitori/studenti), se poteste chiedere a MOM stessa, se intende utilizzare un bus in più sulla linea 117 durante il periodo scolastico. Spesso accade che gli studenti della zona di Revine Lago, essendo le ultime fermate prima di arrivare a Vittorio Veneto, vengano lasciati a piedi, essendo i bus già stracolmi, con studenti pressati addosso alle porte, in barba alla sicurezza! Sarebbe interessante capire, perché MOM, conoscendo il numero di abbonati che fruiscono quotidianamente dei loro bus, non si attivi per dare la necessaria copertura. Se ci sono 100 abbonati, dovrebbero essere assicurati altrettanti posti, anziché lasciare a piedi gli studenti, dopo che le famiglie hanno sborsato centinaia di euro per mandare i propri figli a scuola!

(Fonte: Giancarlo de Luca © Qdpnews.it).
(Foto: Archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport