Serve 1 milione di euro per salvare i laghi dalle alghe: Revine Lago e Tarzo uniti a caccia di finanziamenti

Due Comuni che insieme condividono una grande risorsa e che temono per il futuro della stessa. Si tratta di Revine Lago e di Tarzo e la risorsa che condividono su sponde opposte sono i laghi.

Negli ultimi anni, grazie all’impegno delle due amministrazioni e al contributo della Regione Veneto è stato istruito il “Parco dei laghi della Vallata”, un itinerario naturalistico molto visitato durante tutto l’arco dell’anno e il prossimo agosto arriveranno anche i campionati italiani di canoa.

Tutto bene o quasi, perché un problema c’è: i laghi di Revine Lago e Tarzo stanno letteralmente soffocando. La complicazione deriva dalle alghe, proliferate a dismisura negli ultimi decenni sui fondali dei due specchi d’acqua.

E’ l’assessore di Revine Lago Boris Bottega a spiegare il “quadro clinico” lacustre: "Negli ultimi decenni le alghe sono moltiplicate per un insieme di cause - afferma Bottega - La prima paradossalmente è la pulizia delle acque, che sono più limpide e pertanto vengono attraversate dai raggi di luce, mentre la seconda è l’aumento del livello dei fondali, soprattutto quello del lago di Santa Maria, che si è innalzato di beni quattro metri. La colpa è da attribuire al limo depositatosi come residuo delle lavorazione delle fornaci, che ai tempi in cui le stesse erano operative confluivano e si depositavano nei laghi”.

Una singolarità ambientale dunque, visto che cent’anni fa, quando la luce non arrivava nei fondali, le alghe erano praticamente inesistenti. Una soluzione al problema c’è, ma costa 1 milione di euro.

“Come ci hanno spiegato gli esperti, basterebbe posizionare due ossigenatori, uno per sponda, per contrastare il ristagno di azoto, il vero concime delle alghe”, riporta l'assessore Bottega.

Tutto semplice? Magari, 1 milione di euro per due piccoli Comuni è una cifra enorme, anche se la volontà è quella di portare a casa un'opera importante: “Abbiamo partecipato lo scorso anno ad un bando europeo Life insieme a Tarzo, senza ottenere il finanziamento, ci riproveremo nuovamente, sempre insieme”, garantisce Boris Bottega.

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport