Revine Lago, l'amministrazione ricontratta l'accordo sulle Lame ma alle opposizioni non basta

Si è svolto ieri mattina a Revine Lago un importante consiglio comunale straordinario dedicato alla vicenda delle Lame. Convocato su richiesta delle opposizioni - contrarie alla variante approvata ad ottobre dal consiglio comunale con i voti della maggioranza del sindaco Michela Coan che prevedeva la costruzione di villette da parte della Fassina Immobiliare in cambio dell'abbattimento del capannone in disuso ex Spes - l'assise ha visto scontrarsi maggioranza ed opposizioni senza sconti.

Alla fine del dibattito, i consiglieri di maggioranza hanno respinto le richieste dei colleghi in opposizione, annunciando però una ricontrattazione dei termini dell'accordo con il privato. In pratica la giunta del sindaco Coan ha sottoposto al privato una nuova bozza di accordo che, come spiegato a margine del consiglio dall'assessore Boris Bottega, prevede la riduzione delle volumetrie da 7 mila a 5 mila metri cubi, con conseguente allontanamento delle villette dalle Lame, con tanto di nuova viabilità a protezione del sito.

Le opposizioni, come spiegato dal ex sindaco Battista Zardet, rimangono comunque fortemente contrarie, in quanto verrebbe comunque consumato del suolo agricolo per nuove edificazioni in aperto contrasto con le norme regionali e con scarso rispetto del patrimonio delle Lame.

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport