Domani gare di canottaggio sul lago di Santa Maria: attesi oltre 200 atleti

Il lago di Santa Maria, diviso tra i Comuni di Revine Lago e Tarzo in provincia di Treviso, ospiterà i campionati regionali veneti di canoa velocità sulle distanze olimpiche dei 200 e 500 metri.

Domani, domenica 10 giugno, oltre 200 atleti si contenderanno il titolo nelle varie categorie, dai più giovani fino ai master di una ventina di società venete, compresi gli specialisti della paracanoa, in una serie di gare che si svolgeranno tra le ore 9.30 e le 16.

Si svolgeranno anche le selezioni, relative alle categorie allievi e cadetti, per formare la squadra rappresentativa del Veneto che parteciperà al Trofeo Coni programmata a Rimini per la seconda metà di settembre.

Già in passato il lago di Santa Maria era stato teatro di simili competizioni e negli anni ottanta era stato individuato come possibile centro per l’agonismo di alto livello e domani lo sarà nuovamente grazie all’organizzazione dei Canoa club di San Donà e Mestre, del Circolo nautico di Bardolino e dell'Associazione Remiera di Peschiera che insieme hanno inteso promuovere la manifestazione.

“Si tratta di un chiaro esempio di collaborazione - ha sottolineato Bruno Panziera, presidente del Comitato regionale Veneto della Federazione italiana canoa kayakayk (Fick) - con l’obiettivo di fare del lago di Santa Maria un punto di riferimento della canoa non solo veneta, considerate le sue caratteristiche ideali per la canoa olimpica".

"Una collaborazione preziosa - ha concluso Panziera - che abbiamo trovato anche nei sindaci e nelle amministrazioni di Revine Lago e Tarzo, le quali hanno evidentemente compreso la nostra buona volontà e i nostri sforzi per promuovere non solo lo sport della canoa, che ben si adatta al patrimonio ambientale dei due Comuni, ma l'intero territorio”.

“I nostri due laghi, quello di Santa Maria dove sono previsti i campionati regionali e quello più grande di Lago, - ha spiegato Michela Coan, sindaco di Revine Lago - offrono infatti le condizioni ottimali per praticare la canoa a tutti livelli da quello agonistico a quello amatoriale e ci auguriamo che le gare del 10 giugno possano diventare un classico appuntamento per la valle dei laghi”.

“La nostra è una zona - ha commenta il sindaco di Tarzo Vincenzo Sacchet - dall’alta valenza paesaggistica e ambientale che intendiamo e cerchiamo di valorizzare con iniziative in grado di attirare un numero sempre maggiore di visitatori. E anche in tal senso lo sport della canoa è un valore aggiunto, soprattutto se si riuscirà a realizzare anche più di una manifestazione nel segno di uno sport che vede in primo piano i giovani”.

(Fonte e foto: www.sportal.it).
#Qdpnews.it 

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport