Tragedia Molinetto a Refrontolo, tutti assolti. Villanova: "Fine di una vicenda lunga e dolorosa"

"Con la sentenza di stamattina (ieri, ndr) si è chiusa finalmente una vicenda giudiziaria lunga e dolorosa che ha segnato per sempre tanto i familiari delle quattro vittime, quanto i quattro imputati, anche loro colpiti da un evento atmosferico straordinario, non prevedibile e dalla portata e dagli effetti inimmaginabili".

Così Alberto Villanova (nella foto),  consigliere regionale del gruppo Zaia Presidente della sesta commissione, commenta la sentenza di assoluzione pronunciata ieri dal Tribunale di Treviso, dei tre tecnici e del presidente della Pro Loco di Refrontolo, imputati per la tragedia del Molinetto di Refrontolo nella quale, il 2 agosto 2014, persero la vita quattro persone.

"Quella sera avrei dovuto essere presente anche io a Refrontolo – ricorda ancora Villanova – e solo per un imprevisto dell’ultimo minuto sono scampato a quella che, da una festa, si è trasformata in tragedia. Una disgrazia imprevedibile che ha segnato molto il Quartiere del Piave. Oggi la nostra vicinanza va tutta alle famiglie di Maurizio Lot, Luciano Stella, Giannino Breda e Fabrizio Bortolin e a chi ha sofferto per le conseguenze del disastro".

"Il nostro pensiero, però, va anche al presidente della Pro Loco Valter Scapol e ai tre tecnici che, finalmente, possono cercare di affrontare il dolore che ancora li opprime. Soddisfazione, quindi – conclude Villanova - per una sentenza che ha sollevato dallo stato di accusa un mondo, quale quello del volontariato, così prezioso per le nostra comunità".

(Fonte: Consiglio del Veneto).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport