Refrontolo, ok al primo stralcio della ciclabile di via Vittoria. La minoranza: carenza di programmazione

Sono stati stanziati circa 750 mila euro per i lavori del primo stralcio della pista ciclabile di via Vittoria. Un intervento presentato in occasione del consiglio comunale di giovedì scorso, nell'ambito dell'elenco 2018 della programmazione triennale delle opere pubbliche. Come ha specificato il sindaco Loredana Collodel (nella foto),  "circa 350 mila euro di quei 750 mila sono finanziati dall'avanzo di amministrazione".

Informazione che non ha convinto il consiglieri della minoranza Mauro Canal, Roberto Collodel e Roberto De Stefani, i quali hanno colto la palla al balzo per manifestare la sensazione che ci sia una "evidente carenza di programmazione di opere pubbliche", a dispetto delle amministrazioni precedenti "che hanno sempre saputo dimostrare, chi più chi meno, una buona capacità di saper reperire i fondi necessari per fare le opere pubbliche".

In sostanza, la minoranza ha riferito in sede consiliare come la pista ciclabile richiederà "il 90 percento di fondi propri".

Osservazione rigettata dal primo cittadino, che ha ribadito la presenza anche di fondi diversi da quelli propri per contribuire all'importo totale del progetto. Il sindaco, inoltre, ha sottolineato come le precedenti amministrazioni non abbiano realizzato opere pubbliche nel modo in cui è stato fatto dalla giunta odierna: dai lavori al municipio, a Villa Spada, in via Costa Bavera e alla scuola primaria, fino a via Vernaz e via Colvendrame.

Dichiarazione che non pare aver convinto la minoranza: Canal ha infatti concluso osservando come "qui non è che si sia fatto di più".

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

 

// Storie di Sport