Porte aperte a Villa Spada a Refrontolo: sabato e domenica visite guidate all'interno dell'edificio

Vedranno nuovamente la luce le sale interne di Villa Spada a Refrontolo: l'edificio, celebre anche per essere stata l'ambientazione scelta dal romanzo "Non tutti i bastardi sono di Vienna"  di Andrea Molesini, aprirà le proprie porte ai visitatori sabato 24 novembre dalle 14.30 alle 16.30 e domenica 25 novembre dalle 10.30 alle 12.

Visite guidate che consentiranno di apprezzare gli interni con i mobili restaurati - per una cifra pari a 20 mila euro, come aveva specificato il sindaco Loredana Collodel lo scorso settembre. Restauro che non ha invece riguardato gli interni stessi di Villa Spada, ma previsto in una terza fase di lavori futuri.

Come assicura il primo cittadino, "sarà un'emozione entrare e respirare la storia del territorio e del luogo: perché la villa è storia e cultura. Se ci sarà dell'interesse si potrà pensare a delle aperture ulteriori, magari alle scolaresche".

Nuovo volto, invece, anche per le facciate esterne, dove le "impalcature sono state tolte circa 2-3 settimane fa", come ha precisato Collodel. L'intervento alle facciate era iniziato nel marzo scorso per un totale di 190 mila euro e ha richiesto particolari trattamenti applicabili soltanto nelle stagioni intermedie.

Già nel 2016 era stato allestito un cantiere per il consolidamento del tetto dell'edificio, mentre nel febbraio del 2017 i lavori avevano riguardato la regimazione delle acque, necessaria per evitare danni di tipo strutturale. Un processo a tappe, quindi, quello che ha riguardato Villa Spada, pronta per tornare al suo passato splendore.

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: Comune di Refrontolo).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport