Vittorio Veneto, in caserma dei carabinieri "una stanza tutta per sé", per proteggere le donne dagli abusi

Veneto, contrasto al terrorismo grazie alla forza del sapere. Inaugurata la quarta edizione del Master "Studi sull'Islam d'Europa"

Pieve di Soligo, ecovandali abbandonano bottiglie e lattine al "Parco del Donatore". Sopralluogo del sindaco Soldan

Sarmede, con la "Corsa dei miracoli", raccolta una buona somma per i bambini boliviani seguiti da Toni Dall'Arche

Obbligatori o consigliati? Facciamo chiarezza sui vaccini per i cani

Il Dipartimento materno infantile dell’Ulss 2 al top in Italia, eccellenza certificata dalla Scuola superiore Sant’Anna di Pisa

Sernaglia della Battaglia, il dottor Fioresta smentisce le voci: "Non me ne vado e rimango a fare il medico di base"

Conegliano, iniziati i preparativi del Natale? Aperti i colloqui alla ricerca di personale per le festività natalizie

Farra di Soligo, altro bel risultato per Simone Pederiva alle Junior World Series di mountain bike in Valle d’Aosta

Conegliano, cordoglio per Sandro Steffan: era socio del gruppo di Protezione civile Cavalieri dell'Etere

Valdobbiadene, inciampa, cade a terra e viene colpita da malore, anziana all'ospedale in ambulanza

Pulizie ecologiche: uno stile di vita

Vazzola, fiammata dalla bombola del gas, si ustiona mentre testa l’impianto: 70enne ricoverato a Treviso

Conegliano, in consiglio comunale il caso del Teatro Accademia. Chies: "Non abbiamo elementi per capire quale strada intraprendere"

Dalle Coop trevigiane un progetto per lo sviluppo economico locale con apposita formazione e promozione

Conegliano, ora disponibili cinque colonnine di ricarica delle auto elettriche, tra viale dello Sport e via Camillo Bianchi

Refrontolo, buona performance al Palio delle botti di Vittorio Veneto. Lavori in corso per organizzare in casa la finale 2020

Susegana, materiale in cemento cade dal camion dopo il Ponte sul Piave: Anas sul posto, qualche disagio al traffico

Donna legata e colpita con il taser a Col San Martino, Chudoba ritratta la sua versione: "Ero fuori regione"

Susegana, grande successo venerdì alla prima proiezione della rassegna "Cinema estate 2019", giunta alla decima edizione

Vittorio Veneto, prime schermaglie, la minoranza incalza Posocco: "Non ha ritirato il ricorso contro il comune"

Colle Umberto, lavori sulla rete dell'acquedotto, per due giorni erogazione sospesa in diverse vie

Follina, l'incanto d’acqua, luci e musica segnano la “Notte Romantica nei Borghi più belli d’Italia”

Follina, esce di strada e si schianta contro un muretto, 60enne di Valmareno in ospedale, non sarebbe grave

Conegliano, venerdì scorso lo sciopero della Polizia locale: nessuna modifica dei contratti dagli anni Ottanta

Valdobbiadene, incetta di vittorie per lo Sci club nella Coppa Italia di skiroll

Valdobbiadene, chiude dopo 35 anni il bar “Al centro”: Franco e Giulietta Santin vanno in pensione, attesa la festa del 3 luglio  

Pieve di Soligo, giunge alla quarta edizione il premio Giuseppe Toniolo: l'educazione al centro del concorso

C'è un Veneto che vince: saranno Milano e Cortina a ospitare le Olimpiadi Invernali 2026

Valdobbiadene, i volontari dell'Avab in prima linea per la pulizia dei sentieri di montagna: con loro anche il sindaco Fregonese

Ci sono storie di sport che meritano di essere rivissute ed assaporate fino in fondo, anche a distanza di tempo. La storia di Bruno Rebuli (nella foto),  motociclista di San Pietro di Barbozza, frazione valdobbiadenese, è una di queste.

Bruno, classe 1960, è stato pluricampione regionale, triveneto, italiano e mondiale di Enduro, la variate del motocross su tracciati sterrati, e ha messo in luce il suo talento appena 18enne alla fine degli anni Settanta.

Quello che in passato si chiamava regolarità, oggi è uno sport difficile da coltivare ad alti livelli, per un numero ridotto di piste dove allenarsi e perché è vietato da molte istituzioni pubbliche in quanto, di frequente, danneggia i sentieri montani.

Bruno, quanti titoli hai vinto in pochi anni?

Nel 1978 il campionato italiano junior, nel 1979 ho vinto la Sei giorni mondiale a squadre e di categoria a Neukirchen, in Germania, entrambi con un Puch 75. Nel 1980 sono arrivato terzo al campionato italiano senior, nel 1981 ho partecipato alla Sei giorni mondiale dell’isola d’Elba con la squadra della Repubblica di San Marino, che faceva parte della nazionale italiana. Ho vinto anche numerosi titoli veneti e triveneti con varie cilindrate e marche motociclistiche.

Quali marche ti hanno portato al successo?

I più importanti risultati li ho ottenuti con la marca austriaca Puch, che era prodotta a Treviglio, in provincia di Bergamo e che oggi non esiste più. In altre competizioni ho gareggiato con Ktm e Svm.

Bruno, campioni si nasce o si diventa?

Penso che si diventi, basta allenarsi e vivere a contatto costante con la moto. Io mi allenavo ogni giorno sui sentieri delle nostre Prealpi, dopo un po’ diventa tutto semplice.

Veniamo alla domanda più spinosa. Cosa pensi dell’ostilità verso l’Enduro?

Non sempre è corretta e non fa bene al nostro sport. In Italia abbiamo una squadra nazionale che fatica ad allenarsi adeguatamente, ci sono poche piste e, se pensiamo anche solo alla nostra zona, è vietato quasi ovunque praticare il fuoristrada, in particolare sul greto del Piave o sui sentieri del Cesen. Io non sono contrario a questi divieti perché, effettivamente, se non si è motociclisti esperti si danneggiano le mulattiere.

Qual è la causa di questa ostilità?

Una volta ci allenavamo nelle nostre Prealpi, eravamo in pochi ed avevamo moto meno potenti, ma sapevamo correre e non abbiamo mai fatto danni. Oggi il Cesen è la montagna più vicina e ha sentieri facili, per questo arrivano da noi molti motociclisti da tutta la provincia e non solo, spesso inesperti. Sono loro che rovinano i sentieri perché non li conoscono o non li praticano abbastanza e spesso si trovano in difficoltà ad affrontarli. Non è giusto che per causa loro, i pochi esperti debbano subirne le conseguenze.


(Intervista a cura di Luca Nardi © Qdpnews.it).
(Foto per gentile concessione di Bruno Rebuli).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

BP CampagnaRelazione web

beninformati title