Veneto, dalla Protezione Civile un avviso per criticità idrogeologica: allerta fino alle ore 8 di domani

Più sicurezza per pedoni e automobilisti: in via Pasubio a Cordignano partiti i lavori per i nuovi marciapiedi

Treviso, il dottor Santoro alla prima campagna nazionale sull'incontinenza per presentare il modello veneto

San Pietro di Feletto, il sindaco Rizzo al consigliere Mandia: "Da noi la democrazia non manca, bastava chiedere"

San Vendemiano, svelata la giunta Dussin: nuova esperienza di assessorato per Natalino Zanette e Mirco Zago

Cordignano, camp estivo per giovanissimi calciatori: un'estate sana, sportiva e ricca di sorprese

A Valdobbiadene secondo consiglio comunale dopo le elezioni: da un privato il contributo per un progetto di rotatorie

Vittorio Veneto, nuove staccionate per i giardini pubblici, e stasera la prima giunta Miatto: ci sarà anche Santantonio

Conegliano, 10 defibrillatori in città per il sistema di cardioprotezione. Ulss, Comune e associazioni unite per la salute cittadina

Susegana, Electrolux, questionari in fabbrica: gli operai faticano ad accettare i nuovi turni 6x6x3, troppo stressanti

Susegana, firmato l'accordo per Electrolux 4.0, 130 milioni di investimenti, incentivi all'uscita da 72 mila euro

Treviso Basket in serie A, le congratulazioni di Zaia: "Risultato frutto dell'impegno di un'intera Provincia"

Cison, rubano dalla stalla di Mura cinque giovani caprette, valore un migliaio di euro, indagano i carabinieri

Ceis, nessun maltrattamento a richiedenti asilo, assolti don Gigetto De Bortoli e gli operatori della Coop Integra

Susegana, anche il ministro Toninelli con il governatore Zaia all'inaugurazione del nuovo ponte monumentale di Ponte della Priula

Conegliano, presentata la 20esima edizione di Festalonga: l'iniziativa partirà il prossimo 28 giugno

Pieve di Soligo, cantieri aperti in paese. Il sindaco Soldan: "Sono lavori che aspettavamo da tempo"

Ulss 2, per la Festa della musica all'oncologia del Ca' Foncello l'esibizione della pianista Matsushima e del maestro Pavan

Pieve di Soligo, tornano ancora i nomadi in paese. Soldan: "Presto un provvedimento definitivo di interdizione"

Vidor verso il taglio delle classi prime alle scuole elementari e medie. Il sindaco: "Stravolto il sistema scolastico degli ultimi anni"

Conegliano, oggi la novità della seconda prova allo storico istituto enologico "Cerletti"

Sarà l’ex sindaco di Cison di Valmarino Cristina Pin il coordinatore regionale dei “Borghi più Belli d’Italia” per il Veneto.

Valdobbiadene, prima prova dell'esame di maturità 2019. Delusione per l'assenza del tema ambientale

Lavori in A27, martedì incontro in Prefettura. Fasan ad Autostrade: per il weekend chiudere il casello Vittorio Veneto sud

Buche e erba alta nelle strade comunali finiscono nel mirino della Lega Nord-Insieme per Farra: “Incapacità di organizzazione”

Vittorio Veneto, oggi l'addio a suor Michela: era l'infermiera del monastero cistercense di San Giacomo

Vittorio Veneto raggiunge l'ex 1. Fod a Firenze: dal 1. luglio sarà il nuovo nome dell'attuale Divisione Friuli

Pieve di Soligo, sparano al gatto che rimane senza un occhio. Ancora un caso nel Quartier del Piave

Conegliano, svelata la data della 20esima Festa dell'associazionismo: c'è tempo fino al 28 giugno per iscriversi

Farra di Soligo, primo premio per Edoardo Savi e Amedeo Ronfini al concorso di idee "Cervara" per la creazione di nuove unità abitative

Di mestiere fa il bomber, il gol da sempre nel sangue e lo spirito libero. Proprio questo prendere con leggerezza l’impegno sportivo, per divertirsi, gli ha fatto anche perdere il numero di gol messi a segno. Con allenatori come Sarri e Iachini lo hanno perfezionato e valorizzato.

Massimo De Martin (nelle foto),  centravanti del Godega, a 36 anni suonati, però, non si smentisce nemmeno questa volta nel campionato di Prima Categoria, e (anche grazie alla doppietta di ieri contro la Cisonese) con 16 reti alla ripresa del girone di ritorno capeggia la classifica marcatori del Girone G. Ma intende ancora far sentire la sua musica nella fase di carriera che volge, per scelta, al termine: "Ancora questa, massimo un’altra stagione, anche se a Godega con Cristiano Turchetto sto veramente 'da Dio', poi devo pensare anche al lavoro nella ditta con papà, presenze in cantiere".

Quella di Massimo, che solo un infortunio grave ha costretto passare dal professionismo ai dilettanti, è una storia che parte da lontano: quando giovanissimo nei primi anni Novanta dalla Polisportiva Costa lo prelevò il Montebelluna fino alla svolta: "Sono passato al Milan, dove dal 1998 al 2002, ho fatto tutta la trafila nelle giovanili – racconta - Mi sono preso grandi soddisfazioni: abbiamo vinto il Torneo di Viareggio, sono stato il capocannoniere del campionato Primavera con il record di 23 gol. Per uno che vuole giocare al calcio Milanello è il posto giusto".

Poi come è andata?
Sono andato a Prato in C/1, dove mi sono subito infortunato, frattura al piede e fermo 6 mesi. Poi all’Alzano Virescit sempre in C/1 e poi al Vicenza in B per 3 anni, con Iachini, Camolese e Viscidi. Poi alla Sangiovannese in C/1 con Ciccio Baiano e Sarri, ma lì ho giocato poco.

Godega massimo de martin milan novara
Colpa di Sarri?
Ma no. Era già in quegli anni un allenatore molto pragmatico, schemi , titolari fissi: a me piaceva fare i "tunnel", lui voleva concretezza, ma si merita il posto dove è arrivato. Con lui mai partitelle, ma solo 11 contro 0, si passavano ore in allenamento a fare schemi su punizioni e calci d’angolo. Uno spettacolo, ha lavorato tanto per arrivare dove è arrivato.

Poi l’esperienza a Pavia, dove hai finito con il professionismo…
Eh si, avevo fatto qualche gol ma siamo retrocessi in C2, dove all’inizio dei play-off mi hanno fatto una iniezione per poter giocare, ma mi hanno lesionato il nervo sciatico. Stop, carriera finita a 25 anni.

Tornato a Vittorio Veneto, Massimo per tre anni è stato fermo, solo lavoro nella ditta di papà Fabrizio, anche lui grande bomber tra i dilettanti negli anni Ottanta. Poi la rinascita…

Come è stata?
A 28 anni mi hanno convinto a riprendere gli allenamenti con il Vittorio Veneto, mi sono rifatto la gamba e tono muscolare. Abbiamo fatto il campionato di Eccellenza (con titolo di capocannoniere, giusto per gradire) e la serie D. In D ho fatto 15 gol, ma ho sbagliato il rigore decisivo nei play-out e siamo retrocessi. Questo se lo ricordano tutti.

Eclisse Carenipievigina Massimo De Martin 500x500 in azione
(Nella foto sopra De Martin in azione ai tempi dell'Eclisse Carenipievigina).

Poi Fontanafredda, Eclisse Careni Pievigina in Promozione ed Eccellenza, con vittoria del campionato, fino al 2016, e infine approdo a Godega da due stagioni.
Abbiano uno squadrone, calcisticamente parlando mi sembra di riesplodere, d’altra parte non so quanti gol ho fatto, non tengo il conto, numeri e statistiche non fanno per me. L’unica cosa che mi riesce bene giocando a calcio è fare gol, se poi hai attorno giocatori come quelli di questa stagione per un attaccante come me è veramente il… massimo. Qui non ci manca nulla per fare bene e vincere il campionato. Non mi interessa vincere la classifica cannonieri quanto che la squadra alla fine centri l’obiettivo.

Il tuo periodo migliore, oltre alla stagione attuale?
Direi gli anni di Vittorio Veneto e Pieve, fantastici. Ma anche ora a Godega sto benissimo, e finirò qui.

Ripassando la tua carriera quale è stato il marcatore più ostico, quello che non ti ha fatto mai toccare palla?
Me lo ricordo bene: quando ero a Vicenza in B nel Genoa giocava Sottil, un vero "animale", fisicamente devastante. Ebbene a Genova io dovevo marcarlo sui calci d’angolo e lui ci ha fatto due gol di testa. Non c’era duello, non ho toccato palla, ma avevo solo 21 anni, lui era esperto.

Un tuo difetto o qualcosa che avresti voluto fare meglio?
Sinceramente non sono mai stato un professionista puro e vero. Non amo stare a casa, seguire regole ferree. Le birrette al sabato sera ce le facciamo, stare in casa mi viene l’ansia. E niente gesti scaramantici, mi piace essere uno spirito libero.

E andare al... Massimo.

(Intervista a cura di Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: "Forza Milan!", msngiarotti e Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

BP CampagnaRelazione web

beninformati title