A Matera con il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg si brinda ai finalisti del Premio Campiello

Il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg continua a sostenere con convinzione il Premio Campiello.

"Quest’anno il nostro supporto ha un significato ancora più profondo - afferma Innocente Nardi, presidente del Consorzio di Tutela - a pochi giorni dal riconoscimento Unesco ricevuto dal nostro territorio, la celebrazione della bellezza attraverso ogni ambito culturale assume un tono più autorevole e compiuto".

Oggi, venerdì 12 luglio a Matera alle ore 18.30, alla Casa Cava, Angela Maria Salvatore modererà l’incontro di presentazione dei cinque autori dei romanzi finalisti: "Carnaio" di Giulio Cavalli, edito da Fandango Libri; "La vita dispari" di Paolo Colagrande, edito da Einaudi; "Il gioco di Santa Oca" di Laura Pariani, edito da La Nave di Teseo; "Lo stradone" di Francesco Pecoraro, edito da Ponte delle Grazie; "Madrigale senza Suono" di Andrea Tarabbia, edito da Bollati Boringhieri.

Il Premio Campiello, istituito nel 1962 dagli Industriali del Veneto, si è affermato ai vertici delle competizioni letterarie italiane, segnalando all’attenzione del grande pubblico numerosi autori e romanzi entrati a far parte della storia della letteratura italiana.

Al termine dell’incontro si potrà proseguire la serata con un calice di Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg.

(Fonte e foto: Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport