Trovato morto in casa a Pieve di Soligo, confermata la prima ricostruzione: si è trattato di cause naturali

E’ soffocato mentre mangiava, a causa di un rigurgito improvviso. Sarebbe questa la causa della morte di Emilio Bortolin, operaio classe 1961 trovato senza vita poco dopo le ore 15 di oggi nel suo appartamento di via Giuseppe Toniolo a Pieve di Soligo, vicino alla scuola media.

L’uomo soffriva di diverse patologie ed è mancato all’ora di pranzo. Separato, ad allertare i soccorsi è stata la ex moglie, dopo averlo chiamato senza aver ricevuto nessuna risposta e dopo aver provato a bussare alla porta di casa.

Sul posto sono quindi intervenuti i Vigili del fuoco, che aprendo l'accesso alla casa hanno dato conferma ai timori peggiori. A nulla è valsa la presenza del medico del Suem 118, mentre una pattuglia dei Carabinieri di Cison di Valmarino ha svolto tutti i rilievi di legge.

(Fonte: redazione Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport