Pieve di Soligo, la Lega cala l'asso: Alberto Villanova candidato al fianco di Silvia Mazzocco

Il centrodestra vuole Pieve di Soligo e si gioca anche la carta Alberto Villanova. Il consigliere regionale 37enne parteciperà infatti alla sua terza votazione consecutiva per eleggere il consiglio comunale pievigino, dopo quella del 2009, che lo vide vincere con il sindaco Fabio Sforza, e quella del 2014, quando finì sui banchi dell’opposizione.

Poco più di un anno dopo rassegnò le dimissioni per essere stato eletto a Venezia nella lista Zaia Presidente, dato che la legge allora prevedeva l’incompatibilità tra le due cariche, vincolo rimosso lo scorso maggio dalle modifiche alle legge elettorale approvate a palazzo Ferro Fini. In caso di elezione, però, il candidato non può assumere altri incarichi o referati.

Sposato e papà di due bambine, di professione dentista, Villanova, appoggerà il candidato sindaco di Lega e Forza Italia Silvia Mazzocco, entrambi assessori nella giunta Sforza. Dal 2011 al 2015, inoltre, è stato anche assessore provinciale all’ambiente.

"La mia carriera politica è iniziata qui, in questo Comune, dove lavoro e vivo con la mia famiglia - dichiara Villanova - Non potevo, per questo, tirarmi indietro quando mi è stato chiesto di tornare in pista a dare un contributo al mio movimento e ai miei cittadini: la politica è un servizio, e non c'è nulla di più bello di farlo per la tua gente e per il movimento in cui, da sempre, credi. Per questo, da oggi stesso, io, con la massima umiltà, sono al servizio di Silvia e della sua fantastica squadra”.

L’annuncio della candidatura è avvenuto ieri sera, durante la serata di presentazione alla casa delle associazioni del decreto sicurezza che ha visto come ospiti il vice presidente della Regione Veneto Gianluca Forcolin e l’assessore Roberto Marcato. Quest'ultimo nel pomeriggio di ieri ha portato il proprio appoggio anche ai candidati sindaci di Sernaglia della Battaglia e Farra di Soligo, rispettivamente Mirco Villanova e Giuseppe Bubola, segno di quanto la campagna elettorale stia ormai entrando nel vivo e di quanto la Lega ci tenga ai Comuni del Quartier del Piave.

Anche la candidatura di Villanova rientra in quest’ottica ed è evidente come la sconfitta di cinque anni fa ad opera dell’attuale sindaco Stefano Soldan bruci ancora, soprattutto dopo la vicenda della vendita delle quote Ascopiave detenute dal municipio pievigino.

"L'esperienza amministrativa e politica di Alberto sono un valore aggiunto che non doveva assolutamente essere disperso per queste elezioni - fa sapere la Giuseppe Canova, responsabile elettorale della Lega - E lui, da buon leghista, al momento del bisogno, non si è tirato indietro”.

(Nella foto, da sinistra: Gianluca Forcolin, Roberto Marcato, Silvia Mazzocco e Alberto Villanova).

(Fonte: Edoardo Munari © Qdpnews.it).

(Foto: Lega).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport