Pieve di Soligo, cucina non a norma per il Kebab di via Chisini: il Comune emette un'ordinanza, locale già riaperto

Il Comune di Pieve di Soligo ha emesso la scorsa settimana un’ordinanza nel confronti della gastronomia-kebab (nella foto)  di via Lamberto Chisini, a causa di una bombola di gas gpl collegata ai fornelli per cucinare.

L’impianto infatti non risultava a norma ed era stata disposta la chiusura del locale fino alla messa in sicurezza. Come si legge nell’ordinanza, infatti, “i contenitori di gas (bombole, ecc.) devono essere collocati in opportuni spazi o nicchie ricavati all’esterno dei fabbricati ed isolati dai locali di abitazione; la tubazione fissa metallica di erogazione, provvista di rubinetti di intercettazione del flusso, nell’attraversamento delle murature deve essere protetta da guaina metallica aperta verso l’esterno; i contenitori devono essere salvaguardati contro eventuali manomissioni”.

La segnalazione al Comune era arrivata dalla proprietaria dell’immobile, che si è accorta del sistema a gas rudimentale dopo una visita. In seguito la Polizia locale ha accertato l’infrazione e informato del fatto i Carabinieri di Pieve di Soligo, il Nas di Treviso, i Vigili del fuoco e il Servizio igiene alimenti e nutrizione (Siam) dell’Ulss 2.

La gastronomia kebab nel frattempo ha già riaperto i battenti e comunica che tutto è già stato risolto.

(Fonte: Edoardo Munari © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport