Pieve di Soligo, attivato martedì il primo pedibus per gli alunni del doposcuola a Barbisano

E’ partito lo scorso martedì 12 marzo il primo pedibus del Comune di Pieve di Soligo, il servizio di accompagnamento a scuola a piedi per gli alunni delle scuole elementari.

La primaria “Don Milani” di Barbisano, infatti, è il primo plesso del comprensivo ad offrire questo servizio ai genitori dei bambini che frequentano il doposcuola, ospitato all’interno della scuola materna "San Giuseppe".

E’ da tre anni che cerchiamo di attivare il pedibus - spiega l’assessore alla scuola Elena Bigliardi - Quando si è presentata l’esigenza di trasferire i bambini di Barbisano dalla scuola fino all’asilo e, dopo essermi confrontata con i genitori e con l’Ulss, siamo riusciti ad attivare lo spostamento protetto a piedi”.

Sono nove i bambini del doposcuola che ora si spostano a piedi alla fine delle lezioni, da via Kennedy fino a via Canonica, seguiti da dieci genitori volontari che si danno il turno nell’accompagnarli.

“L’azienda sanitaria ha fornito le pettorine e i poncho antipioggia per grandi e piccini, insieme alla paletta per attraversare la strada - prosegue l’assessore Bigliardi - Come Comune abbiamo messo la corda, mentre il Gruppo festeggiamenti di Barbisano si è offerto di acquistare il carrettino per trasportare gli zaini che arriverà a breve, in sostituzione di quello provvisorio messo a disposizione da un genitore”.

Attività fisica all’aria aperta, conoscenza delle regole e dei corretti comportamenti da tenere sulla strada, socializzazione: sono questi i vantaggi che garantisce il pedibus, un’iniziativa non a caso promossa proprio dall’Ulss 2.

Speriamo di poter allargare il servizio anche al mattino e alle altre scuole del paese - auspica Elena Bigliardi - Ogni anno le scuole ci forniscono le residenze degli alunni che si iscrivono e controlliamo se è possibile realizzare per loro un pedibus. Purtroppo, per numero di bambini oppure per il superamento della lunghezza massima consentita del percorso, finora non ci è stato possibile attivarlo, ma il mio augurio è che nei prossimi anni possano essere sempre di più i bambini che vengono accompagnati a scuola a piedi”.

(Fonte: Edoardo Munari © Qdpnews.it).
(Foto: Comune di Pieve di Soligo).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport