Pieve di Soligo, centrodestra unito attorno a Silvia Mazzocco: "Sono pronta a prendere in mano le redini della comunità"

Un progetto decennale imperniato su una figura equilibrata capace di fare sintesi tra le diverse componenti del gruppo. E’ quello lanciato nella mattinata di oggi a Pieve di Soligo, dove il centrodestra ha presentato la propria candidata a sindaco, l’avvocato 47enne Silvia Mazzocco (nella foto),  tra l’altro proprio in occasione dell’8 marzo, festa mondiale della donna.



Dopo le trattative portate avanti nei mesi scorsi tra Lega e Forza Italia, nella Mazzocco è stata trovata una figura d’esperienza in grado di conciliare le istanze delle varie anime che compongono l’alleanza tra azzurri e Carroccio, dopo le divisioni del passato.


“Mi piace l’idea di essere stata il punto d’incontro del centrodestra – ha esordito Silvia Mazzocco – Sono una persona equilibrata e concreta, qualità che provengono anche dalla mia carriera lavorativa come libero professionista. Credo nel confronto e nell’ascolto di tutte le posizioni, ma sempre nell’ottica poi di riuscire a raggiungere il risultato”.

Non solo esperienza lavorativa, però, ma anche e soprattutto amministrativa: dal 2004 al 2009 Silvia Mazzocco ha ricoperto l’incarico di assessore esterno ai servizi sociali e alla scuola nella giunta del sindaco Giustino Moro, è stata consigliere comunale sotto il sindaco Fabio Sforza e negli ultimi cinque anni ha ricoperto lo stesso ruolo nel Comune di Farra di Soligo, dove da qualche anno abita con il compagno e una figlia.

Pieve Silvia Mazzocco presentazione

“Le materie che ho sempre seguito hanno richiesto un lavoro nascosto da parte mia, per via della riservatezza richiesta nel trattare certi temi sociali delicati - ha spiegato la candidata del centrodestra - Ho sempre amministrato con grande attenzione e ora mi sento matura per prendere in mano le redini della comunità. Ora dovremo concentrarci sul creare una buona squadra e un programma che abbia una durata almeno decennale, perché è importante avere una visione d’insieme che permetta di raggiungere gli obiettivi senza dissidi e contrasti. Non si può arrivare alla fine divisi e rimettere in discussione ciò è stato deciso insieme”.

Dopo le divisioni di cinque anni fa, che videro Forza Pieve schierata con l’attuale sindaco Stefano Soldan e il Partito democratico, il centrodestra nell’equilibrio e nella determinazione di Silvia Mazzocco sembra aver ritrovato compatezza.

Che Lega e Forza Italia ci tengano a Pieve di Soligo, del resto, è stato ben testimoniato e ribadito dal parterre di autorità presenti questa mattina nella sala consiliare di Villa Brandolini: il senatore della Lega Gianpaolo Vallardi, il segretario nazionale del Veneto ed ex sindaco di Vittorio Veneto Gianantonio Da Re, il sindaco di Conegliano e coordinatore di Forza Italia per la provincia di Treviso Fabio Chies, il consigliere regionale della lista Zaia Presidente Alberto Villanova e i coordinatori per il Quartier del Piave di Forza Italia e Lega, rispettivamente Salvatore Cauchi e Stefano Bressan.

(Fonte: Edoardo Munari © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport