Addio al cavalier Giovanni "Guanito" Mazzero, per 12 anni presidente degli alpini di Solighetto

Solighetto piange la scomparsa del cavalier Giovanni Mazzero (nella foto),  morto all’età di 81 anni dopo essere stato ricoverato in ospedale a Conegliano circa venti giorni fa. Originario della frazione pievigina, era conosciuto anche come "Guanito", il suo secondo nome, lo stesso del conte Brandolini che lo tenne a battesimo quando era ancora in fasce.

Prima di andare in pensione, nel 1994, aveva lavorato per il Comune di Pieve di Soligo come tecnico addetto all’acquedotto e spesso girava casa per casa per effettuare le letture del contatore. Da sempre attivo nella comunità, per dodici anni è stato presidente del gruppo alpini di Solighetto, oltre ad esser stato alla guida della Protezione civile locale.

Il 27 dicembre 2007, per il suo impegno nel mondo del volontariato, è stato nominato dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano cavaliere dell’Ordine al merito della Repubblica italiana.

Sposato con Assunta, assieme alla quale aveva festeggiato pochi anni i cinquant’anni di matrimonio, dalla loro unione sono nati Ivano, Loredana e Luisella. “Mio papà era una persona buona - lo ricorda la figlia Luisella - Se c’era bisogno di dare una mano era sempre disponibile e aveva un sorriso per tutti”.

Il funerale verrà celebrato lunedì 25 febbraio alle ore 15 nella chiesa parrocchiale di Solighetto, mentre il rosario sarà recitato domenica 24 febbraio alle ore 19.30, sempre nelle stessa chiesa.

(Fonte: Edoardo Munari © Qdpnews.it).
(Foto: Le Memorie).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport