Si è dimesso oggi: il capogruppo Gianantonio Spinelli lascia il consiglio comunale di Pieve di Soligo (video)

Gianantonio Spinelli (nella foto) ha consegnato oggi le proprie dimissioni da consigliere comunale a Pieve di Soligo. Il 49enne pievigino, ex candidato sindaco alle ultime elezioni nel 2014 e attuale capogruppo d’opposizione della Tua Pieve, ha deciso di rinunciare alla carica per la causa di incompatibilità contestatagli dalla giunta guidata dal sindaco Stefano Soldan.





Spinelli, infatti, è anche presidente del Rugby Piave, società sportiva dilettantistica sempre a Pieve di Soligo, una posizione che il ministero dell’Interno, dopo i pareri richiesti dall’amministrazione comunale, ha ritenuto fonte di incompatibilità.

Il consigliere uscente ha sempre difeso la bontà della propria posizione all’interno del consiglio comunale, sostenendo che alla base del parere ministeriale ci fosse la lettura sbagliata di una sentenza della Corte di Cassazione su un caso simile. 

"Siamo arrivati al punto che il Comune ha pure richiesto un altro parere ad un legale di Padova, costato circa 4 mila euro dei cittadini, nel quale vengono smentite le posizioni del ministero e del segretario comunale, mentre vengono confermate le mie, e si individua un terzo motivo ancora per il quale la mia posizione non sarebbe compatibile - spiega Gianantonio Spinelli - Perché mi dimetto allora? Perché dovrei intraprendere un'azione legale che potrebbe costare a me 10 mila euro e la stessa cifra al Comune. Continuo a credere che l'incompatibilità non sussista, ma a questo punto mi dedicherò solamente al Rugby Piave".


Tecnicamente Spinelli rimarrà consigliere fino al prossimo consiglio comunale, quando si procederà con la surroga, avendo scelto di dimettersi prima della conclusione della causa di incompatibilità.

"Non essendoci decadenza si salvano parecchie posizioni qui nel nostro territorio, tutte quelle dei tanti amministratori che ricoprono cariche nell'associazionismo locale - sottolinea Spinelli - In molti mi hanno telefonato per esprimere la loro solidarietà e ora che ho consegnato le miei dimissioni possono stare tranquilli, dato che in ogni caso la giunta di Pieve di Soligo non è riuscita a dimostrare nulla".

Stando ai risultati delle ultime elezioni, il primo dei non eletti in lizza per prendere il posto del consigliere uscente sarebbe l'architetto 69enne Bruno Dal Col, già con esperienze amministrative alle spalle.

"Se ne va Spinelli dal consiglio comunale ma rimane la Tua Piave - rimarca l'ormai ex capogruppo - Auguro a tutti buon lavoro e ringrazio i consiglieri d'opposizione che stanno lavorando in maniera unita da diverso tempo. Tra un anno mezzo ci saranno nuove elezioni: ci presenteremo con altre compagini e saremo ancora attivi. Il problema non è Spinelli in consiglio comunale, dato che viene riunito pochissime volte all'anno e le commissioni vengono convocate molto di rado. Vista la scarsa trasparenza dimostrata da sempre da questa amministrazione, infatti, sarà quasi più facile fare politica fuori dal consiglio comunale".

(Fonte: Edoardo Munari © Qdpnews.it).
(Foto e video: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport