Pederobba, ieri primo consiglio comunale per il bis del sindaco Turato. Fastro: "La nostra non è stata solo una protesta"

Nella serata di ieri, lunedì 10 giugno 2019, la sala consiliare del municipio di Onigo, in piazza Case Rosse, ha ospitato il primo consiglio comunale di Pederobba (nelle foto) successivo alla vittoria della lista civica "Impegno per Pederobba" alle elezioni amministrative di domenica 26 maggio 2019.

Inizia così il secondo mandato del primo cittadino di Pederobba, Marco Turato, che si appresta a proseguire il lavoro per portare a compimento il progetto della sua squadra per il miglioramento di una comunità che ha iniziato a guidare 5 anni fa.

Presenti alla seduta tutti i consiglieri comunali di maggioranza e minoranza la cui carica, durante il primo adempimento della serata, è stata convalidata secondo le precise disposizioni legislative di riferimento.

Pederobba cosniglio comunale

Dopo il giuramento del sindaco Turato si è proceduto con la comunicazione al consiglio comunale dei componenti della giunta e dell'assessore incaricato di svolgere le funzioni di vicesindaco. I nuovi membri della giunta pederobbese sono: il vicesindaco e assessore alla cultura e alla scuola Sabrina Moretto insieme gli assessori Fabio Maggio, con delega allo sport, alle associazioni, al turismo e all'ambiente, Doriano Stanghellini, capogruppo della lista "Impegno per Pederobba" e assessore ai lavori pubblici, al bilancio, all'edilizia scolastica e alla viabilità e Monica Tessaro, nuovo assessore ai servizi sociali, alle politiche giovanili e alle pari opportunità.

Il penultimo punto all'ordine del giorno, prima della nomina della commissione elettorale comunale, ha visto la comunicazione al consiglio comunale delle linee programmatiche del nuovo mandato dell'amministrazione guidata dal sindaco Marco Turato.

Finite le comunicazioni ufficiali, la capogruppo della lista "Il Bene in Comune", Luciana Fastro, ha chiesto la parola al sindaco Turato procedendo in seguito alla lettura di una lettera che aveva come destinatari i membri della lista che ha vinto le scorse elezioni amministrative.

"Sugli organi di stampa - ha dichiarato in consiglio comunale il capogruppo della lista "Il Bene in Comune", Luciana Fastro - ho letto che nelle prime parole pronunciate dal sindaco Turato dopo le elezioni si affermava che avrebbe vinto "la proposta contro la protesta". La lista "Il Bene in Comune", invece, aveva la sua proposta per questa comunità con diverse idee per migliorare la qualità della vita dei cittadini, per garantire il lavoro, per tutelare il paesaggio e l'ambiente oltre a sostenere la cultura, lo sport e le associazioni, non solo quello che piace o interessa".

"Se proprio di protesta si voleva parlare - ha proseguito Luciana Fastro - si è trattato di una manifestazione della propria opposizione. Si è cercato di informare i cittadini a differenza della menzogna utilizzata contro la nostra lista accusata di aver voluto fare di tutto per chiudere il cementificio di Pederobba, far perdere dei posti di lavoro e favorire l'immigrazione incontrollata".

"In questo modo si è mancato di rispetto ai propri cittadini - ha concluso Fastro - e il 46,32 % degli astenuti alle elezioni è un dato su cui riflettere. Utilizzo una frase di Umberto Eco: "democrazia non significa che la maggioranza ha ragione. Significa che la maggioranza ha il diritto di governare". A tutti voi buon lavoro".

La seduta del consiglio comunale di Pederobba si è conclusa con la nomina dei tre componenti effettivi e dei tre componenti supplenti della commissione elettorale comunale. Oltre al sindaco Marco Turato, infatti, la commissione elettorale è composta dai consiglieri comunali: Maria Perozzo, Alex Putton e Anna Martignago (componenti effettivi) oltre a Ivano Speranzon, Alberto Zanotto e Franca Mognon (componenti supplenti).

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport