Pederobba, la Federazione regionale islamica del Veneto ringrazia Papa Francesco per la visita in Marocco

Sabato 30 e domenica 31 marzo 2019 Papa Francesco è stato in Marocco per una visita apostolica che ha puntato sulla dimensione del dialogo inter-religioso, dell'attenzione ai migranti e ai sofferenti e dell'ascolto dei rappresentanti locali del mondo cattolico.

La Federazione regionale islamica del Veneto, tramite il suo presidente Ait Alla Lhoussaine, residente a Covolo di Pederobba, si sente di ringraziare per questa splendida occasione d'incontro e di dialogo fra religioni e popoli, in controtendenza con il clima di diffidenza e violenza che si sta respirando negli ultimi tempi in alcuni luoghi del mondo.

Pederobba Federazione islamica papa francesco

Lo stesso presidente Ait Alla Lhoussaine, di origine marocchine, ha partecipato recentemente all'iniziativa inter-religiosa della "Tenda della Pace", che si è tenuta domenica 24 marzo in piazza della Frutta a Padova.

"Ringraziamo sua maestà Mohammed VI e le autorità marocchine - hanno dichiarato i rappresentanti della Federazione regionale islamica del Veneto - per la fiducia che hanno sempre avuto nel dialogo inter-religioso. Il 19 agosto 1985 anche Papa Giovanni Paolo II visitò il Marocco e durante questo suo viaggio parlò a 80 mila giovani musulmani".

"Oggi - proseguono i portavoce dei fedeli musulmani della Federazione regionale islamica del Veneto - la visita di Papa Francesco ripercorre il sentiero di pace e di speranza iniziato dal suo predecessore. Durante il suo primo discorso, tra gli applausi di una folla multietnica, Papa Francesco ha ricordato l'importanza di promuovere il dialogo inter-religioso e la conoscenza reciproca tra i fedeli delle due grandi religioni, insieme alla necessità di dare un nuovo impulso alla costruzione di un mondo più solidale".

Pederobba federazione islamica 02

"Il papa ha rimarcato - concludono i fedeli musulmani della Federazione regionale islamica del Veneto - che la fede in Dio porta a riconoscere l’eminente dignità di ogni essere umano, come pure i suoi diritti inalienabili, proprio perché Dio ha creato gli esseri umani uguali in diritti, doveri e dignità, chiamandoli a vivere come fratelli e a diffondere i valori del bene, della carità e della pace".

La Federazione regionale islamica del Veneto, decisa a diventare protagonista nell'impegno verso la promozione del dialogo inter-religioso in Veneto, ha ringraziato anche le comunità cristiane che fanno proprie le parole del pontefice e del Vangelo, applicandole con fede nella vita di tutti i giorni.

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: Federazione regionale islamica del Veneto).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport