Pederobba, incendio nel castagneto sul Monfenera. Il vicesindaco Perozzo: "Si è trattato di un'ingenuità"

"I nostri agricoltori sono un bene prezioso per la comunità di Pederobba e non mi sento di attaccarli per la vicenda dell'incendio": con queste parole il vicesindaco di Pederobba, Maria Perozzo, ha voluto commentare la notizia dell'incendio avvenuto lo scorso martedì 12 marzo 2019, in una zona boschiva in località Monfenera (nelle foto).

Intorno alle ore 13, infatti, circa 1500 metri quadri di castagneto nel Monfenera sono andati in fiamme e, dopo una segnalazione di alcuni automobilisti di passaggio sulla vicina provinciale, è stato evitato il peggio grazie all'intervento dei vigili del fuoco di Montebelluna e dei volontari dell'antincendio boschivo di Pederobba che hanno riportato in sicurezza l'area dopo circa 4 ore di lavoro.

Pederobba incendio monfenera02

Sembrerebbe che lo stesso proprietario del terreno, impegnato a bruciare alcune sterpaglie, sia stato colto alla sprovvista dal forte vento che, vista la siccità di queste ultime settimane, ha reso più agevole il propagarsi delle fiamme. L'uomo, un 79enne del posto, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Treviso per incendio boschivo colposo e per lui si prevede una multa molto salata da pagare.

"Si è trattato di un episodio di ingenuità - ha commentato Maria Perozzo, vicesindaco e assessore alla Protezione Civile del Comune di Pederobba - che poteva finire molto peggio. A causa del vento e della siccità che sta interessando tutta la nostra area da diverse settimane, c'erano tutte le condizioni più sfavorevoli per poter accendere un rogo".

"Comunque - prosegue il vicesindaco di Pederobba - non mi sento di dover spiegare a nessuno dei nostri agricoltori cosa si deve fare in questi casi. Loro sono molto preziosi per la nostra comunità perché ci aiutano a curare i boschi e i castagni che per noi pederobbesi rappresentano davvero molto. Per curare questi alberi serve tanto lavoro e noi siamo grati a chi da sempre cura e protegge queste aree del nostro Comune".

"La denuncia - conclude il vicesindaco Perozzo - era un atto dovuto e mi sento di escludere qualsiasi ipotesi di azione dolosa. Rinnovo una richiesta di attenzione maggiore, visti i problemi di siccità di questo periodo, quando si accendono dei piccoli roghi che, in ogni caso, necessitano di permessi in determinate zone. Confido comunque nella saggezza della nostra gente e spero che episodi del genere non accadano più".

(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).
(Foto: Protezione civile).
#Qdpnews.it 

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport