Pederobba, consegnati 5.000 euro al Comune di Cibiana di Cadore vittima del maltempo

L’amministrazione comunale di Pederobba, nella seduta consiliare di ieri, martedì 19 febbraio, ha ospitato il sindaco di Cibiana di Cadore, in provincia di Belluno, duramente colpito dalla tempesta di vento ed acqua scatenatasi a fine ottobre ed inizio novembre 2018, per consegnare un assegno di 5.000 euro direttamente al primo cittadino Luciana Furlanis (nelle foto).

"Al di là dell’aspetto prettamente economico – ha affermato il sindaco Furlanis – quello che fa veramente piacere è il sostegno morale. Ci vorranno anni prima di ritornare alla normalità e il contributo economico verrà utilizzato per potenziare le attrezzatture della protezione civile perché diventa problematica la situazione valanghe a seguito dell’abbattimento di interi boschi".

Nel consegnare la somma alla collega, il sindaco di Pederobba Marco Turato ha evidenziato che si trattava di "un piccolo gesto che desiderava esprimere vicinanza ai bellunesi duramente colpiti dal mal tempo, giacchè le amministrazioni devono essere sensibili verso chi si trova in difficoltà risultando necessario l’aiuto e il supporto di tutti affinché si possa guardare avanti con fiducia".

Pederobba Marco Turato Luciana Furlanis

Dai primi giorni della tragedia la Protezione Civile di Pederobba è stata assegnata al Comune di Cibiana per un supporto tecnico per fronteggiare un territorio completamente flagellato dal mal tempo che ha prodotto ingenti danni alle infrastrutture pubbliche ed al patrimonio civile ed industriale.

Alla seduta consiliare erano presenti tutte le associazioni del Comune di Pederobba che, in aggiunta a quello fatto dall'ammnistrazione comunale, hanno concretamente manifestato solidarietà mettendo in atto azioni di rinascita per i cittadini di Cibiana: la Pro Loco di Pederobba, la Pro Loco di Covolo, gli alpini di Pederobba e di Onigo, il comitato festeggiamenti di Onigo, la protezione civile, il comitato festeggiamenti Levada, l'associazione Noi di Covolo e il coro Voce Alpina.

La cerimonia ha testimoniato una profonda e spontanea comunanza tra le due comunità collegate da quei legami che spontaneamente nascono coltivando i valori della solidarietà e dell’aiuto reciproco.

Alla seduta consiliare ha preso la parola anche l’onorevole Raffaele Baratto che, complimentandosi per l’impegno e la volontà del popolo bellunese di attivarsi da subito ribboccandosi le mani, ha auspicato che lo stato possa intervenire in maniera forte e concreta. Tutto il consesso consiliare, sia maggioranza che minoranza, hanno espresso solidarietà al popolo bellunese che ha saputo alzare la testa diventando un esempio a livello nazionale ed internazionale.

(Fonte e foto: Comune di Pederobba).
#Qdpnews.it 

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport