Pederobba, riconosce su un sito online ucraino la moto rubata: "Non hanno tolto nemmeno gli adesivi"

Moto rubata in una officina di Cavaso del Tomba, finisce in un sito online ucraino di motori. L'ha riconosciuta lo stesso proprietario che ora si sta attivando per recuperare il maltolto. Tra la primavera e l'estate dell’anno scorso i territori della Destra Piave sono stati colpiti da una serie di furti, sia nelle abitazioni che all’interno delle attività commerciali. Tra le vittime un’officina di Cavaso specializzata nella riparazione e tuning di moto da enduro.

E' stato proprio in questi giorni che il proprietario dell’officina ha riconosciuto su un annuncio online una delle moto rubate, di proprietà di un appassionato del "team Gnao Colpi" di Pederobba. I ladri che hanno colpito l’officina avevano già il probabile intento di espatriare delle moto da corsa. Pare che i malviventi quella notte del giugno 2018 fossero ben informati sulla forma della struttura e persino sulla robustezza dei muri e dei serramenti.

Entrati a colpi di martello nello stabile opposto e, scoprendo la posizione esatta di una parete di sottile lamiera, hanno fatto irruzione nello sgabuzzino dell’officina, dov’era predisposto il sistema d’allarme. Gli intrusi hanno disattivato contemporaneamente centralina e sirena, garantendosi tempo sufficiente per caricare ben undici moto da cross  ed enduro, e sparire nella notte.

Il valore complessivo delle moto rubate si aggirava attorno ai 50 mila euro, tra Ktm, Husquavarna e Honda. Ieri, mercoledì 8 febbraio, un’altra vittima di uno di questi furti, che da tempo tiene d’occhio i portali di vendita dell’Est Europa, ha avvertito il proprietario dell’officina razziata della presenza di un annuncio sospetto. L’inserto, su un sito ucraino specializzato nel mondo delle due ruote, riporta le immagini di una moto da enduro Ktm Exc 105, color arancio, che ha le esatte parvenze di quella rubata.

Anzi è quella senza dubbio. "Per qualche ragione hanno attaccato una banda rossa sulla marmitta", commenta M.C., proprietario della moto in questione. "Ma non si sono neanche degnati di togliere gli adesivi degli sponsor".

La richiesta per acquistare il veicolo è di circa 4.500 dollari. M.C. è intenzionato a recuperarla a ogni costo. Delle altre moto da enduro ancora non c’è traccia sul sito, ma – visti i tempi di attesa degli astuti trafficanti – è possibile poterne riconoscere altre nei prossimi mesi.

(Fonte: Luca Vecellio © Qdpnews.it).
(Foto: Motosale.com.ua)
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport