Pederobba, intitolata oggi la caserma dei Carabinieri all'eroe di guerra Antonio Giobatta Ferretti (VIDEO)

Gli eventi organizzati per celebrare il Centenario della fine della Grande Guerra a Pederobba si sono conclusi simbolicamente questa mattina, sabato 17 novembre 2018, con l'intitolazione della caserma dei Carabinieri ad Antonio Giobatta Ferretti, medaglia di bronzo al valor militare.

La locale amministrazione comunale ha scelto di rendere immortale il nome del carabiniere Ferretti per ricordare il suo gesto eroico compiuto nel periodo che va dal 26 ottobre 1918 al 28 ottobre dello stesso anno, agli inizi della battaglia di Vittorio Veneto, quando il militare italiano, con grande spirito di sacrificio e con indomito coraggio, si lanciò sul primo ponte di barche che era stato costruito sul Piave, raggiungendo la sponda opposta sotto il tiro delle mitragliatrici austriache e difendendo la posizione per agevolare il passaggio delle truppe di fanteria sul ponte.




L'importante cerimonia ha visto la presenza di numerose autorità civili e militari del territorio, di tanti cittadini e di molti ragazzi delle scuole primarie della zona, muniti di bandierine con il tricolore italiano pronte ad essere sventolate per l'occasione.

La caserma, costruita nel 1982 in via San Martino, attendeva da anni di essere intitolata a qualche figura che potesse essere un esempio significativo, soprattutto per le nuove generazioni che rischiano di non avere più alcuna familiarità con quei valori per i quali, cento anni fa, tanti uomini e donne erano pronti a sacrificare la loro vita.

Il primo ad intervenire è stato il comandante provinciale dei Carabinieri di Treviso, il colonnello Gaetano Vitucci, che ha affermato: "Ringrazio le autorità civili e militari presenti. In particolare voglio salutare tutti coloro che hanno deciso di essere presenti oggi per questa importante cerimonia: vedere tutta questa partecipazione dimostra la stima e la fiducia delle istituzioni e dei cittadini per l'Arma dei Carabinieri."

"La provincia di Treviso - ha proseguito il colonnello Vitucci - è tra le più sicure a livello nazionale e per questo dobbiamo ringraziare i nostri Carabinieri e tutte le forze di sicurezza che ogni giorno operano a contatto con la gente."

Il primo cittadino di Pederobba, Marco Turato, non ha nascosto l'orgoglio per questa giornata storica: "Oggi l'emozione è grande per questa bella giornata e voglio ringraziare tutti coloro che si sono impegnati per renderla possibile. Abbiamo la fortuna di avere una stazione dei Carabinieri a Pederobba e siamo orgogliosi di averli qui con noi. Cento anni fa siamo stati toccati dai tragici eventi della Prima guerra mondiale e oggi celebriamo un eroe che ha operato nel nostro territorio. Solo vedere i Carabinieri ci dà sicurezza e posso dire che i Carabinieri sono i migliori vicini di casa che si possono avere".

"Oggi voglio anche ricordare la strage di Nassiriya - ha aggiunto il sindaco Turato - dove persero la vita alcuni militari in servizio. Loro hanno portato avanti l'idea del carabiniere Ferretti di difendere la pace e la democrazia ovunque andassero. Tutta la comunità di Pederobba vi è grata per il vostro impegno."

Ha concluso gli interventi previsti il comandante della Legione dei Carabinieri del Veneto, il generale di brigata Giuseppe La Gala, che ha dichiarato: "La vostra è una splendida comunità. L'Arma dei Carabinieri vi è grata per questa giornata. Ringrazio tutte le autorità militari presenti e le istituzioni civili che non sono volute mancare oggi. Un saluto speciale va alla nipote diretta del carabiniere Ferretti. Lui ha combattuto per la nostra libertà ed è un grande esempio per tutti noi. Grazie a lui possiamo riflettere ancora una volta su valori fondamentali come la lealtà, la generosità e il coraggio".

"Voglio ricordare i sette militari che, dall'inizio di quest'anno, hanno perso la vita in servizio per garantire la nostra sicurezza - ha proseguito il generale La Gaia - Questi uomini probabilmente non avranno la fortuna di essere ricordati con una cerimonia simile, ma siamo qui anche per loro. I Carabinieri continueranno, sulla scia dell'esempio di Antonio Ferretti, a rispondere sempre alla richiesta di sicurezza dei cittadini italiani."

La cerimonia si è conclusa con la deposizione di una corona d'allora sul cippo commemorativo che ricorderà il nobile gesto del carabiniere Ferretti, mentre la banda musicale di Pederobba ha accompagnato ogni momento permettendo ai presenti di apprezzare ancor di più la solennità della cerimonia.

Tra i tanti partecipatini questa mattina, anche il sindaco di Cavaso del Tomba Giuseppe Scriminich, il questore di Treviso Maurizio Dalle Mura, il viceprefetto di Treviso Pietro Signoriello e l'onorevole Raffaele Baratto.



(Fonte: Andrea Berton © Qdpnews.it).

(Foto e video: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport