Domenica di festa per i 49 anni della Fidas di Orsago, il sindaco Collot: "Grazie a tutti i donatori"

La bellezza di un dono che continua da 49 anni, di una pianta che sta bene, le cui radici non sono scalfite. E’ quello che ha festeggiato ieri (nelle foto), domenica 9 giugno, la Fidas di Orsago, presieduta da Patrizia Pagotto.

Il parroco don Mario Casagrande lo ha sottolineato in più momenti nella messa mattutina, con la quale si è aperta la giornata di festa dei donatori orsaghesi. All’inizio ha ribadito come il dono del sangue sia dono della vita. All’omelia come nella preghiera dei fedeli sono stati ripresi i temi del dono del sangue, del donarsi nel volontariato. Dopo l’eucarestia con i gonfaloni delle sezioni Fidas e Avis trevigiane e friulane, del Comune e delle associazioni orsaghesi, il corteo aperto dai biker Fidas – Orsago ha raggiunto via dei Donatori di sangue. Qui Emanuele ha deposto i fiori al monumento al donatore, mentre veniva diffuso l’inno dell’associazione.

orsago fidas 2
La cerimonia è proseguita alla vicina sede del gruppo Alpini. La presidente Patrizia Pagotto ha messo in evidenza come l’attuale vitalità del gruppo sia dovuta all’impegno di tanti che negli anni si sono spesi. Ha poi ricordato i risultati positivi attuali, dall’aumento dei donatori e delle donazioni, alle attività di sensibilizzazione che hanno coinvolto il mondo della scuola e in generale le altre realtà associative operanti nel territorio. Ha auspicato che i giovani donatori, possano, con il tempo diventare sempre più parte attiva della sezione. Il sindaco Fabio Collot, ha detto un pubblico “grazie” a tutti i donatori e alle associazioni di cui fanno parte, per il gesto silenzioso del recarsi in ospedale a donare il sangue. Gesto compiuto nell’anonimato, nel nascondimento, ma tanto prezioso perché “salva la vita ad altre persone”.

orsago fidas 3

Carlo Alberto Venturi, vice presidente della Fidas Veneto ha rimarcato come l’autosufficienza del Veneto in questo campo sia dovuta alle donazioni delle piccole sezioni, come quelle di Orsago e Cordignano. Michele Moret, rappresentante Afds Fidas Udine, ha sottolineato che la macro regione Triveneto, con i suoi 7 milioni di abitanti su 60 milioni a livello nazionale, raccoglie un terzo del sangue di tutta Italia. Da ricordare che due giovani appartenenti alla Fidas di Orsago sono rispettivamente presidente Fidas della provincia di Treviso (Diego Battistuzzi) e coordinatore regionale dei giovani Fidas (Enrico Mazza).

(Fonte: Loris Robassa © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport