Orsago a tutta sicurezza, in arrivo un sistema di videosorveglianza per controllare l'accesso al paese

Ammonta a 50 mila euro il contributo del governo al Comune di Orsago. Come noto, infatti, lo scorso gennaio, il ministero dell’Interno ha pubblicato il decreto relativo all’assegnazione dei fondi da utilizzare per la realizzazione di investimenti di messa in sicurezza di strade, scuole, edifici pubblici e patrimonio comunale. In tutto 400 milioni di euro destinati ai Comuni sotto i 20 mila abitanti, da suddividere in base alle diverse fasce di popolazione.

Una somma, quella concessa ad Orsago, che la giunta ha deciso di investire per migliorare la sicurezza di attraversamenti pedonali, potenziare il sistema di video-sorveglianza ed implementare l'impianto semaforico.


Nello specifico il pacchetto previsto nel bilancio consiste nella sistemazione e messa a norma del semaforo sulla Statale 13, all'intersezione tra la Pontebbana e le strade che conducono a Cordignano ed al centro di Orsago. "Si tratta di un impianto funzionante, ma datato - spiega il sindaco Fabio Collot - Con questo intervento vogliamo adeguarlo alle ultime normative, implementandolo con lanterne al Led e con il sistema di conto alla rovescia elettronico".
 
Nel complesso l'opera prevede anche la realizzazione di un passaggio pedonale illuminato in piazza Unità d’Italia, con annessa una telecamera per il controllo delle strade, capace di rilevare la targa e i dati dei veicoli in transito. "Si tratta di una prima telecamera con la quale si terrà monitorato uno degli accessi Comune più trafficato, nel quale confluiscono via Garibaldi, via Boscarin, via Vittorio Veneto e via Mazzini - entra nel merito il primo cittadino - La volontà in futuro è quella di estendere il controllo ad ulteriori ingressi al paese".

Infine con il contributo verranno sistemate e riattivate le cinque telecamere attualmente esistenti - in piazza Oberdan e nei pressi delle scuole e del Card - che verranno collegate e saranno visionabili tramite fibra nell’ambito dell’ufficio di polizia municipale. "I lavori partiranno il prima possibile, nel giro di un mese, non appena saranno trascorsi i dovuti tempi tecnici necessari alle aziende", chiude il primo cittadino.

(Fonte: Mattia Vettoretti © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2smodern

// Storie di Sport