A scuola di alimentazione: a Moriago insegnanti, alunni e famiglie insieme per promuovere l'educazione al cibo

Una sana e corretta alimentazione è una sfida che va affrontata ogni giorno. È questo il messaggio che emerge dalla conferenza che si è tenuta lunedì 15 aprile al Polifunzionale di Mosnigo e che ha visto come relatore il dottor Paolo Favretto, nutrizionista, medico chirurgo specializzato in Scienza dell’Alimentazione al Centro di Medicina di Conegliano.

Tra i presenti all’incontro il sindaco di Moriago Giuseppe Tonello, alcuni rappresentanti della giunta comunale, la dirigente scolastica dell’istituto comprensivo di Sernaglia della Battaglia Giuliana Barazzuol e una delegazione di Legambiente.

Una serata all’insegna dell’informazione e della formazione per trasmettere l’importanza e il valore del cibo, che si inserisce nelle attività realizzate dagli insegnanti della scuola primaria di Moriago della Battaglia all’interno del progetto di plesso "sFOODeriamo il passato e il presente", progetto su cui insegnanti e alunni stanno lavorando in tutti gli ambiti disciplinari.

Grazie alla proficua collaborazione dei genitori, l’attività ha riscontrato un successo straordinario, testimoniato dalla viva partecipazione all’incontro con il dottor Favretto: dibattiti, curiosità e testimonianze, emerse tra gli adulti presenti, hanno accompagnato l’approfondimento su uno dei temi più attuali quando si parla di educazione.

Anche grazie alla straordinaria esperienza di Expo Milano 2015, l’alimentazione è infatti al centro delle politiche dei governi di tutto il mondo. Abitudini alimentari e stili di vita stanno cambiando in fretta, aumentando il rischio di problematiche e facendo emergere la necessità di far dialogare sempre di più scienza e nutrizione. Per questo, una corretta alimentazione è ormai pienamente riconosciuta come un aspetto fondamentale per promuovere la salute e il benessere delle persone, agendo attraverso piani personalizzati come la cosiddetta alimentazione di precisione, in grado di definire i cibi che soddisfano le esigenze specifiche di ogni persona. Argomenti sicuramente complessi, ma che grazie ad una forte presenza della scuola e alla collaborazione tra tutte le persone interessate possono diventare parte del nostro impegno quotidiano.

Il progetto sFOODeriamo il passato e il presente e l’organizzazione dell’incontro con il dottor Favretto ne sono una testimonianza: collaborazione, impegno e disponibilità sono gli ingredienti fondamentali per raggiungere obiettivi che da soli sarebbero irrealizzabili.

“Insieme agli insegnanti, che stanno svolgendo un lavoro straordinario e che tengo a ringraziare particolarmente, abbiamo voluto regalare questa serata alle famiglie, come ringraziamento per la loro collaborazione e per aver raccolto le esperienze dei loro figli al rientro da scuola, senza le quali non avremmo potuto portare a termine questo percorso – ha affermato Giuliana Barazzuol, dirigente scolastica dell’istituto comprensivo di Sernaglia della Battaglia - L’alimentazione e i suoi effetti sulla salute sono sicuramente tra le maggiori sfide che abbiamo davanti. In questo la scuola può e deve giocare un ruolo fondamentale, agendo in sinergia e concerto con le famiglie per responsabilizzare le nuove generazioni e promuovere un modello di nutrizione pienamente sostenibile”.

A conclusione dell’evento, gli insegnanti del plesso di Moriago della Battaglia hanno ringraziato tutti coloro che hanno collaborato e si sono resi disponibili per realizzare la serata: un pensiero sincero per riaffermare che l’unione, come sempre, fa la forza.

(Fonte e foto: scuola primaria di Moriago).
#Qdpnews.it

0
0
0
s2sdefault

// Storie di Sport