Approvata la variante al Piano degli interventi in consiglio a Moriago: le osservazioni dei cittadini entro trenta giorni

E' stata approvata ieri, mercoledì 27 dicembre, dal consiglio comunale di Moriago della Battaglia l'adozione della variante 1 al Piano degli Interventi. Questo Piano è uno strumento che serve principalmente per suddividere il territorio in zone omogenee e definisce inoltre i parametri per l'individuazione delle varianti, individua le aree degli interventi e le modalità sulle destinazioni d'uso e gli indici edilizi, sul patrimonio edilizio esistente da salvaguardare, sulle modalità di trasformazione e conservazione, sulla valorizzazione e sostenibilità ambientale.

Definisce e localizza inoltre le opere ed i servizi pubblici, individua e disciplina le attività produttive e gli eventuali ampliamenti, disciplina i centri storici, le fasce di rispetto e le zone agricole ed infine detta le norme di carattere operativo.

Presente in aula, per spiegare il lavoro che è stato fatto per Moriago della Battaglia, l'urbanista ed esperto in pianificazione del territorio Fabio Roman (nella foto) che si è occupato dell'elaborazione del progetto affrontando ogni singola area e valutandone i diversi aspetti. Durante la serata il tecnico ha illustrato le differenze del Piano degli interventi rispetto al vecchio Piano regolatore generale. Puntuali sono state le richieste di chiarimenti formulate dai consiglieri di minoranza Lina De Conti e Roberto Gai soprattutto sulle fasce di miglioramento ecologico, le distanze delle attività agricole dagli edifici abitati e sui gradi di protezione del territorio.


Il sindaco Giuseppe Tonello ha letto poi i pareri positivi degli enti preposti ed ha sottolineato come questo strumento serva per andare incontro anche alle aspettative dei cittadini. Dopo l'adozione, seguirà il deposito del documento, la pubblicazione e, per i successivi trenta giorni, potranno essere presentate eventuali osservazioni da parte della cittadinanza.

Sempre durante la stessa seduta del consiglio è stato approvato anche l'aggiornamento del protocollo di intesa per la costituzione dell'Organizzazione della gestione (Ogd) e della destinazione delle città d'arte e ville venete del territorio trevigiano, analogo a quello dello scorso anno. L'Ogd è un organismo che si costituisce a livello territoriale con il compito di gestire l'organizzazione turistica. Non avendo adottato l'imposta di soggiorno, il Comune di Moriago della Battaglia vi aderisce versando un contributo di 125 euro.

(Fonte: Antonella Callegaro © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport