Dall'onorevole Colmellere un progetto di legge per semplificare le attività delle pro loco e il governatore Zaia si congratula

È di questi giorni la notizia che la deputata della Lega Angela Colmellere ha depositato un progetto di legge alla Camera per la “sburocratizzazione” delle attività delle proloco con l’introduzione di semplificazioni relativamente agli eventi di portata minore.

La Colmellere, partendo dal presupposto che “Una piccola sagra di paese non può essere paragonata al mega concerto con centinaia di migliaia di partecipanti” ha chiesto di estendere la nozione di ‘eventi di portata minore’ a quelle manifestazioni pubbliche che prevedono la presenza fino a 500 persone.

Il testo prevede che il Governo provveda ad escludere alcune tipologie di eventi, come ad esempio le sagre paesane, dalla definizione di pubblico spettacolo o intrattenimento, in modo da semplificare gli adempimenti spettanti per la loro organizzazione.

La proposta oltre che ai volontari delle proloco, è piaciuta anche al Governatore Zaia, che ha commentato “Grazie all’onorevole Colmellere. Il suo progetto di legge per semplificare le attività delle proloco consentirà ai nostri straordinari volontari di lavorare al meglio per promuovere il made in Veneto".

"È evidente - prosegue Zaia - a tutti che buona parte del successo del made in Veneto nel mondo è merito di questo vero e proprio esercito di volontari che lavorano gratis e sacrificano il loro tempo libero, senza altro interesse che non sia il bene della propria comunità, il mantenimento di una identità, la genuinità e il successo sui mercati degli splendidi prodotti del territorio. I dati ufficiali lo dimostrano: non sono soltanto gli chef stellati ad agire da attrazione sui 70 milioni di presenze annue in Veneto, la Regione più turistica d’Italia con 18 miliardi di fatturato, bensì i variopinti, artigianali e golosi stand presenti nelle centinaia di sagre, fiere e mercati che costellano i nostri territori e che sono la testimonianza viva e vivace di una tradizione secolare”.

Il governatore poi chiude “Mi auguro che, sulla scorta del progetto dell’onorevole Colmellere, che ringrazio, insieme a tutto il gruppo parlamentare della Lega, per aver colto le esigenze delle nostre bravissime Pro Loco, il Parlamento trovi la voglia e l’intelligenza di calendarizzare senza indugi il provvedimento. Da Nord a Sud, da Rovigo a Belluno, passando per ciascuno dei nostri 574 comuni, lo chiedono e lo hanno chiesto ieri centinaia di comunità che vogliono poter continuare a riaffermare l’orgoglio delle proprie radici e delle proprie tradizioni”.

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.