Miane, falsa la targa per sfuggire ai controlli autovelox, motociclista denunciato dalla polizia locale di Vittorio Veneto

L'attività di prevenzione degli incidenti stradali avviata nelle zone più a rischio del territorio comunale vittoriese tra cui il la statale 51 di Alemagna nella zona della Val Lapisina ha permesso sabato  agli agenti della Polizia locale in pattuglia, di individuare e fermare un motociclista che stava circolando con la targa contraffatta, proprio allo scopo di eludere i controlli degli organi di polizia stradale.

Si tratta di T.R., di 47 anni, residente a Miane, che era alla guida del proprio motociclo, una Bmw di grossa cilindrata, di cui aveva modificato la targa coprendo parzialmente le lettere con adesivo bianco. Evidentemente vietato dalla legge, questo tipo di violazione comporta una multa che va da 2050 a 8202 euro e il fermo amministrativo della moto per tre mesi.

Inoltre il Comando di Polizia locale ha provveduto a denunciare all’Autorità Giudiziaria il motociclista per l’uso della targa manomessa, reato per il quale è prevista la reclusione da quattro mesi a due anni e la confisca del motociclo.

L’Amministrazione comunale ha dato indicazioni alla Polizia Locale di richiedere al tribunale che, al momento della condanna, il mezzo confiscato sia assegnato al Comando.

Il potente veicolo sarà utilizzato proprio per i controlli dei motocicli di passaggio in Fadalto ed in particolare per contrastare la velocità eccessiva e l’emissione di rumori molesti con gli scarichi modificati.

(Fonte: Comune di Vittorio Veneto).
(Foto: archivi Qdpnews.it)
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport