Santuario del Carmine da restaurare, un luglio dedicato alla raccolta fondi a Miane

Miane si mobilita per salvare il santuario del Carmine (nella foto).  In calendario, nei primi quindici giorni di luglio, una serie di eventi che il paese propone alla comunità cristiana, agli amanti della natura, ma anche a semplici turisti. La finalità è duplice: raccogliere fondi per un restauro particolarmente oneroso (che si aggira come primo stralcio in oltre 200 mila euro) e per il quale sono già state avviate le pratiche presso la Sovraintendenza, ma anche per prepararsi degnamente al bicentenario della consacrazione del Santuario a luglio del 2019.

Il Santuario del Carmine sorge ad un paio di chilometri dall'abitato di Miane, a circa 500 metri di altezza in mezzo alla montagna, al fresco, dove il fitto bosco di pini, carpini, faggi e castagni fa da naturale cornice, assieme ai piccoli fabbricati una volta utilizzati a ricovero per il bestiame, al tempio che nel 1819 i mianesi vollero erigere nel luogo dedicato alla Madonna da tempo immemorabile.

La venerazione per la Madonna custodita nella piccola chiesa crebbe nel tempo tanto che le esigenze di culto e di ricezione dei devoti portarono nel 1913 a nuovi ed importanti lavori di ampliamento con i quali la chiesa assumeva il tono e le vesti solenni di un Santuario.

Non si hanno infatti date precise, ma la costruzione della prima piccola chiesetta va datata tra il Cinquecento e il Seicento. All’interno del Santuario si può ammirare una umile statua lignea della Vergine, della quale si narrano numerose leggende, anche se molto probabilmente la sua prima dimora fu alla grotta di Landrel. Nel 1726 Papa Benedetto XII indicò la data del 16 luglio per la celebrazione della Beata Vergine del Carmelo, in tutta la Chiesa.

Ecco il calendario degli eventi. Si comincia sabato 7 luglio, alle 20.30, nello stupendo teatro Jean Antiga di Miane, con la presentazione di don Pier Amort, già parroco di Miane, che ha voluto raccogliere in un libro una serie di barzellette tratte dalla trasmissione radiofonica "Ti faccio un po’ di compagnia". Si prosegue domenica 8 luglio, alle ore 18.30, al santuario, con l’esibizione gratuita dei prestigiosi cori Insieme Vocale "Città di Conegliano" e coro Montecimon.

Serata di Burraco, invece, al centro polifunzionale di Miane, venerdi 13 luglio, alle ore 20, mentre sabato 14 luglio, alle 17, si terrà la camminata ludico motoria Carmine/Landrel. Si prosegue alle 19.30, sempre al santuario, con il coro femminile "inCantus", e la corale dei Laghi di Tarzo e Revine.

Domenica 15 luglio, alle 12.30, le attività si concludono con il pranzo comunitario nelle sale del centro polifunzionale di Miane per dedicare interamente il lunedi 16 luglio alle celebrazioni religiose con le diverse messe al Santuario.

Lo sguardo che spazia sull’intera vallata, l’atmosfera che si respira, la pace e la serenità del luogo sono un invito per chi desidera ritrovare se stesso nel silenzio, lasciandosi alle spalle, almeno per un po’, la vita frenetica di ogni giorno.

(Fonte: redazione Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

// Storie di Sport